Via all’alleanza tra Fiat Chrysler e Google per l’auto senza pilota

Confermate le indiscrezioni del Foglio: raggiunto l’accordo tra Fca e il colosso di Mountain View per lo sviluppo del selfdriving car. Prima la fase di sperimentazione sul minivan Pacifica, poi la commercializzazione.
Via all’alleanza tra Fiat Chrysler e Google per l’auto senza pilota

Sergio Marchionne e John Elkann, ad e presidente di Fca (foto LaPresse)

La notizia verrà ufficializzata nelle prossime ore ma è ormai cosa fatta: Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e Google hanno raggiunto un’intesa per costruire auto che si guidano senza pilota. Confermate dunque le indiscrezioni rilanciate in anteprima dal Foglio, che vedevano l’amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne sempre più intenzionato a sviluppare sinergie con i giganti tech della Silicon Valley.

 

L’accordo di massima, raggiunto nei giorni scorsi da Marchionne e dal ceo del progetto Google Car, le automobili a guida autonoma, John Krafcik, prevede che il Lingotto fornisca al colosso di Mountain View un numero ancora non specificato (si parla di un centinaio) di minivan Pacifica, del marchio Chrysler, presentato a gennaio al Salone dell’auto di Detroit. E’ su quest’auto che verrà avviato il progetto di sviluppo del selfdriving car.

 

Alla fase sperimentale, che dovrebbe durare un anno, dovrebbe poi seguire – in caso di successo – la seconda fase, quella della commercializzazione di un certo numero di “Pacifica Google”, soprattutto in California, negli Stati Uniti. Per vedere circolare nelle nostre strade automobili senza guidatori bisognerà quindi aspettare ancora degli anni, ma la scommessa del gruppo Agnelli è lanciata.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi