Guerra al contante: addio alla banconota da 500 euro

Dopo un lungo dibattito iniziato nel 2015, la settimana prossima il Consiglio della Banca Centrale Europea (Bce) deciderà sulle modalità del ritiro del taglio cartaceo.
Guerra al contante: addio alla banconota da 500 euro

Già nel 2015 si era parlato di una guerra al denaro fisico per spingere in territorio negativo i tassi di interesse sui conti correnti e combattere l'evasione fiscale. E il primo passo in questo senso, come anticipato un mese fa dal Foglio, avverrà nella seduta della prossima settimana (4 maggio) della Banca Centrale Europea: il Consiglio infatti deciderà l’abolizione della banconota da 500 euro.

 

L’Eurotower dovrà scegliere le modalità di ritiro del taglio cartaceo: al voto ci saranno varie opzioni. Tutte prevedono il cambio illimitato nel tempo della banconota da 500 euro presso la Banca Centrale, così come il mantenimento del suo status di “mezzo di pagamento”: i negozi, quindi, continueranno ad accettarla, ma la produzione verrà interrotta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi