La società aperta è i suoi nemici

L’ordine liberale ha una tendenza suicida, e i suoi avversari lo sanno. “Lo Stato islamico non durerà, e le ambizioni di Putin sono fuori dalla sua portata. Ma attraverso l’attrazione di volontari dai paesi occidentali e ispirando terroristi da Parigi a San Bernardino, il Califfato ha fornito un nuovo schema per ribellarsi alla modernità”, scrive Douthat.
La società aperta è i suoi nemici

Il presidente americano Barack Obama con quello russo Vladimir Putin (foto LaPresse)

L’ordine liberale ha molti disturbatori, ma dal collasso dell’Unione sovietica non sono apparsi competitor ideologici che hanno la forza per soppiantare la visione del mondo emersa dalla modernità occidentale. L’estremismo islamico, la democrazia controllata di Putin, il capitalismo comunista cinese e altre efficienti forme non democratiche si muovono su diverse tavole di valori, ma nessuno sembra pronto a ingenerare un salto di paradigma. La stessa riluttanza di un Barack Obama a intervenire nel quadrante mediorientale sembra figlia della convinzione che l’ordine del nostro mondo non è messo in discussione.

 

Il nemico dell’ordine liberale, semmai, è l’ordine liberale stesso, che contiene quella che sul New York Times Ross Douthat chiama “una certa tendenza suicida”. La tendenza si esprime innanzitutto nell’erosione dello spazio della moderazione politica, quella che per decenni ha tenuto ai margini del dibattito chi rifiutava le premesse dell’ordine liberale. Ora le forme nazionaliste del genere Marine Le Pen o il vaudeville anti intellettualista di Donald Trump sono ringalluzziti, e benché le frange minoritarie funzionino meglio nei sondaggi che alle urne, il vento è dalla loro parte.

 

[**Video_box_2**]“Lo Stato islamico non durerà, e le ambizioni di Putin sono fuori dalla sua portata. Ma attraverso l’attrazione di volontari dai paesi occidentali e ispirando terroristi da Parigi a San Bernardino, il Califfato ha fornito un nuovo schema per ribellarsi alla modernità”, scrive Douthat. L’ordine liberale non è minacciato da nemici che vogliono rimpiazzarlo manu militari o tramite elezioni, ma da quelli che sanno aizzare i suoi istinti suicidi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi