Per chi suona l'ora del tè (e della Brexit) in Europa

L'uscita del Regno Unito dall'Unione europea sarà oggetto di un referendum nei prossimi mesi. Ecco tutti i cittadini inglesi che vivono negli stati dell'Unione europea. Un'infografica esclusiva dell'Atlantic Council.

Per chi suona l'ora del tè (e della Brexit) in Europa

Foto LaPresse

Il premier inglese David Cameron continua a muoversi sullo scivoloso criminale della Brexit, l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea che sarà oggetto di un referendum nei prossimi mesi. A questo punto vale la pensa considerare quanti sono gli inglesi che vivono all'estero, più precisamente negli stati dell'Ue.

 


Questa infografica è pubblicata anche sul sito dell'Atlantic Council


 

L'assetto istituzionale dell'Ue agisce attualmente in maniera tale da fluidificare il percorso di quei cittadini che desiderano risiedere in altri paesi membri. Per esempio un cittadino britannico ha oggi il diritto di lavorare in un qualsiasi altro paese Ue senza ottenere un visto ad hoc. Ciò vuol dire pieni diritti a proposito di condizioni lavorative, salario, sicurezza sociale e benefit vari. Un cittadino inglese che vive in Italia, inoltre, ha accesso completo al sistema sanitario italiano per i servizi medici.

 

Complessivamente ci sono oltre 1,2 milioni di cittadini inglesi che vivono attualmente negli altri paesi dell'Ue. Una quota importante, 400.000, risiede in Spagna. In Francia ci sono circa 150.000 inglesi, in Germania quasi 100.000. Ci sono invece meno inglesi che risiedono in Europa dell'est.

 

Se il Regno Unito uscisse dall'Ue, questa fetta importante di cittadini di Sua Maestà dovrebbe confrontarsi con cambiamenti di non poco conto nella propria vita quotidiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi