Dr. Gribbels (in braghette) vendica il Cav: "In Grecia non va così male, i ristoranti sono pieni"

Da una terrazza di un golf club della Costa Smeralda, Beppe Grillo, offre al giornale del potere finanziario globbbale, il Financial Times, un'intervista eccezionale e un bel pranzetto. Di ritorno da Atene depotenzia il dramma greco: "Ho trovato una splendida città, i ristoranti erano pieni". Miracoli della bella vita.
Dr. Gribbels (in braghette) vendica il Cav: "In Grecia non va così male, i ristoranti sono pieni"

Beppe Grillo

Da una terrazza di un golf club della Costa Smeralda, Beppe Grillo offre al giornale del potere finanziario globbbale, il Financial Times, un'intervista eccezionale e un bel pranzetto [leggi qui]. Eccezionale non solo per la location, l'atmosfera rilassata, l'immagine del populista da bagnasciuga in braghette di tela, e la vista sul mare blu della Sardegna, dove placidi riposano gli yatch di quegli sporchi-capitalisti-affama-popoli tra i quali il comico genovese si trova a perfetto agio senza bisogno di mimetizzarsi.

 

La parte migliore dell'intervista arriva nel momento in cui il primo brigatista del partituzzo Kalimera, ovvero Mr. Grillo, vendica Silvio Berlusconi. Sarà perché dal resort da nababbi ha una visione "meno drammatica della situazione e della vita", ma tant'è. Di ritorno da Atene, dopo avere vissuto la sbornia da Oxi e poi la scoppola dell'Eurogruppo agli tsiprioti europei, Grillo offre la sua visione del dracma greco.

 

Eccola: Il caos di Atene è stato incredibilmente esagerato. "Sono andato lì con pane, formaggio e calze di nylon, per aiutare. Ho pensato che ci sarebbero state persone a terra, urlando, 'Aaaaaah!', Invece, ho trovato una splendida città, i ristoranti erano pieni". Avete letto bene: i ristoranti erano pieni [per rinfrescare la memoria leggere qui]. "C'erano molti turisti. Hai mangiato bene – con 18 euro o 20 euro. Era pulito. Sono sicuro che se riprendono la dracma, avranno un anno di difficoltà, ma poi diventeranno il paradiso sulla terra, con 10 milioni di persone".

 

[**Video_box_2**]Il dr Gribbels sostiene che l'uscita dall'euro sia la ricetta giusta non solo per i greci (che lontano dai golf club della Costa Smeralda la pensano diversamente) ma anche per l'Italia, però è sconfortato dal fatto che le sue proposte non vengano prese sul serio: "Se esprimo una delle teorie di Piketty nessuno l'accetta perché sono un comico. Stiglitz può dire 'usciamo dall'euro', ma se lo dico io sono solo un comico che dice stronzate". Il refrain no euro, insomma, non l'ha abbandonato. Ma almeno il Cav è vendicato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi