In Fca i lavoratori parteciperanno ai risultati aziendali: aumenti salariali fino al 14%

Accordo tra Marchionne e il responsabile della Regione Emea, Alfredo Altavilla. L'ad di Fca: "Finite le sterili contrapposizioni tra capitale e lavoro".
In Fca i lavoratori parteciperanno ai risultati aziendali: aumenti salariali fino al 14%

Sergio Marchionne allo stabilimento di Termoli (foto LaPresse)

I dipendenti di Fiat Chrysles Automobiles in Italia parteciperanno ai risultati dell'azienda. Ad annunciare la nuova politica retributiva alle organizzazioni sindacali sono stati l'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, e il responsabile della Regione Emea, Alfredo Altavilla. L'obiettivo, spiega una nota, è quello di far partecipare direttamente tutte le persone ai risultati di produttività, qualità e redditività nell'ambito del piano industriale 2015-2018.

 

Il nuovo sistema retributivo prevede due elementi addizionali al salario base. Il primo è un bonus annuale che sarà calcolato sui risultati di efficienza produttiva dei rispettivi stabilimenti parametrati sul livello raggiunto nell'ambito del Wcm: il compenso, pagabile agli inizi dell'anno seguente all'anno di esercizio, avrà un valore medio del 5 per cento del salario base e, in caso di over performance potrà arrivare a un massimo del 7,2 per cento.

 

Il secondo elemento variabile è collegato al raggiungimento dei risultati economici per l'area Emea, inclusi i marchi Alfa Romeo e Maserati. Il compenso totale per il periodo quadriennale è pari al 12 per cento del salario base che potrà arrivare, in caso di over performance al 20 per cento. Considerata la lunghezza temporale del piano, una parte del bonus, pari al 6 per cento del salario base verrà pagata trimestralmente a partire dal 2015. Agli inizi del 2019, verificati i risultati, i lavoratori riceveranno il resto del bonus che ai massimi valori del piano potrà arrivare al 14 per cento del salario base. Il costo totale massimo per Fca del piano quadriennale sarà di oltre 600 milioni di euro. Il sistema verrà applicato a tutto il settore auto e una soluzione simile verrà adottata per la componentistica.

 

[**Video_box_2**]"Negli scorsi anni Fca ha dovuto fare i conti con un sistema di relazioni industriali stagnante basato su sterili contrapposizioni tra capitale e lavoro. Quei giorni sono finalmente finiti", ha commentato Marchionne. "Quello che abbiamo proposto oggi - ha aggiunto - è un sistema che riconosce la centralità dei nostri lavoratori per il raggiungimento degli obiettivi del piano industriale 2015-2018. Senza il loro contributo e il loro impegno, gli obiettivi del piano avrebbero irraggiungibili". "Il miglioramento dell'efficienza operativa (Wcm) - ha concluso - e il raggiungimento degli obiettivi finanziari che rispecchiano le nostre ambizioni di costruttore globale, dipendono da loro. E' per questo che riteniamo che debbano ricevere benefici economici significativi al raggiungimento dei risultati previsti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi