Bruxelles e la crisi catalana, la caduta di Raqqa e Man City-Napoli. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Bruxelles e la crisi catalana, la caduta di Raqqa e Napoli-Man City. Di cosa parlare stasera a cena

Indipendentisti catalani manifestano per le strade di Barcellona (foto LaPresse)

Frase del giorno


“Motivazioni di sentenza: ‘Il tribunale non ha individuato alcuna mafiosità.’ Ora, per piacere, non dite più #MafiaCapitale. Non è mai esistita…”

Mattia Feltri


 

Stato dell’Unione

  

La Catalogna rinnova l’offerta di dialogo alla Spagna. Giovedì scadono i termini. La corte costituzionale boccia in forma definitiva la legge sul referendum. Il portavoce del governo regionale sui due arrestati: “Sono detenuti politici...”

 

Domanda: dov’è l’Europa nella crisi catalana? Se lo chiede il Nyt. In effetti…

 

In Italia, nel frattempo, al centro della campagna dei referendum autonomisti in Veneto e Lombardia, ci sono i residui fiscali, che riflettono la redistribuzione di risorse tra aree del paese con redditi diversi. In realtà non ne beneficia solo il Sud. Anzi, lì la spesa pubblica è leggermente più bassa…

 

A poco più di un anno dal referendum sulla Brexit, cosa si è avverato e cosa no di quella valle di lacrime che profetizzavano i fautori del “Remain” (se, appunto, avesse vinto come ha vinto, il “Leave”)…

 

Altri mondi

  

Sabbie arabe. E’ caduta (anche) Raqqa, la roccaforte dello Stato islamico. I curdi hanno liberato la vecchia capitale dell'Isis; lo scontro tra Baghdad e il Kurdistan iracheno che accresce l’influenza iraniana nel paese; e le crescenti tensioni, sempre più alla luce del sole, tra Israele e Teheran.

America oggi. Donald Trump minaccia la fine del Nafta per tenere fede alla dottrina dell’abbandono. Uscire dai consessi, dai trattati, dalle reti, dalle alleanze, dalle coabitazioni, dai negoziati multilaterali e dagli ordini mondiali sembra l’unico filo rosso che tiene insieme i movimenti scomposti del presidente.

Nel continente nero. Perché il tremendo attentato di Mogadiscio interrompe anni di (lievi) progressi politici in una terra martoriata come la Somalia (e segna la forte insorgenza del jihadismo islamico).

Che tempo che fa. La diffusione e gli investimenti in energie rinnovabili nel mondo nei prossimi cinque anni, spiegato bene.

Il grande esodo. Il reportage fotografico più forte sulla crisi dei rohingya, in Myanmar. Le foto in bianco e nero scattate da Kevin Frayer per Getty Images sono brutali e potenti, e se ne parla molto.

 

Fai girare l’economia

 

Airbus acquisirà una partecipazione di maggioranza nel programma C Series di Bombardier e inizierà ad assemblare il jetliner negli Usa, lanciando così un aereo tecnologicamente avanzato nella guerra dei cieli contro la rivale Boeing.

 

La sfida sui servizi in streaming tra Disney e Netflix, a partire dal 2018. Allacciate le cinture…

 

In che modo il petrolio cinese può portare a più miti consigli l’avventurismo nucleare di Kim Jong-un.

 

Ah, la disuguaglianza globale è in forte declino, ma la notizia non piace. Sembra paradossale ma negli anni della globalizzazione e del liberismo selvaggio c’è stata una rivoluzione senza precedenti che ha reso il mondo più ricco e più uguale.

 

Personaggi

  

Come ha fatto a vincere le elezioni in Austria il giovane ministro degli esteri (ormai neo premier) Sebastian Kurz? Pescando un po’ dalla retorica populista anti immigrati, un po’ da Macron e un po’ dal vecchio Blair…

 

Ormai la rivalità tra i due miliardari Bernard Arnault e Francois Pinault sta segnando anche il paesaggio urbano di Parigi!

 

Pep Guardiola e Maurizio Sarri sono allenatori che hanno molto in comune: stasera le loro squadre (Manchester City e Napoli) si affronteranno in una delle partite più attese del calcio europeo.

 

Mappa del giorno

  


 

Duemila anni di storia economica riassunta in una chart…

 


 

Argomenti di dibattito

  

Il secolo cinese. 1,3 miliardi di cinesi nelle mani di un uomo solo al comando. Ovvero cosa significa l’egemonia politica e partitica di Xi Jinping per il futuro di Pechino (e del mondo).

Terra promessa. Perché la riconciliazione tra Fatah e Hamas rischia di penalizzare ulteriormente i palestinesi, nell’analisi di Foreign Affairs.  

Mr Robot. Una volta, i robot assistevano i lavoratori umani. Ora, è il contrario. Cosa è successo nel frattempo?

Marziani a canestro. Perché, nonostante tutto, Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers sono ancora le due squadre favorite per la vittoria finale del campionato di basket Nba, che comincia questa sera…

 

Ossessioni

  

Giorni di tuono. Ophelia è stato il decino uragano che si è formato nell’Atlantico nelle ultime dieci settimane. E’ la prima volta che succede in cent’anni!

Incredibile amisci! Hanno trovato un estratto di fungo (magico) in grado di curare la depressione umana…

La vita è bella. In che modo la bicicletta e il web incoraggiano (da sempre?) l’amore e il matrimonio con gli sconosciuti, migliorando la società!

 

Mettetevi comodi

  

Alle porte del Brennero. La nuova generazione di nazionalisti austriaci che cresce nelle confraternite (per soli uomini di origine germanica).

Il business degli sputi (per il Dna). Ascesa, declino e rinascita di 23andMe: l’azienda da un miliardo di dollari proprietaria di una delle più grandi serie di dati genetici al mondo (via Il Post).

Sopravvissuti. La rinascita, nelle piccole cose quotidiane, di un paesino Portoricano dopo il passaggio devastante dell’uragano Maria.

Proust prima di Proust. Se la Recherche resta l’opera insostituibile, i racconti giovanili pubblicati dalle edizioni Clichy sono l’occasione per leggere Proust anche se non l’avete mai fatto.

 

Accadde oggi

 


  

Nel 1931 oggi, il gangster Al Capone veniva riconosciuto colpevole di evasione fiscale e condannato a undici anni di prigione…

 

 


  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi