L'Iraq dopo l'Isis, il monopolio di Amazon e la cantera del Barcellona. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

L'Iraq dopo l'Isis, il monopolio di Amazon e la cantera del Barcellona. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Frase del giorno

 

“Cosa sono i migranti economici? Quelli che hanno paura di morire di fame invece che per le bombe…” #differenze

Altan

 


 

Stato dell’Unione

 

La Germania ha approvato il matrimonio gay nonostante il no della Merkel. Svolta storica al Bundestag. Ma per la cancelliera “le nozze sono tra uomo e donna”.

 

44 milioni di occupati, disoccupazione al 3,9% e quella giovanile al 7,6%. Quando si dice un paese interamente al lavoro. Benvenuti in Germania.

 

I numeri della relocation, quel che non ha funzionato e la prossima battaglia dell'Italia. Il problema dell’accoglienza in “un paese solo” e le resistenze di Macron spiegano perché ci vuole un approccio strutturale alla crisi dei migranti.

 

Il socialismo di Hollande (Francia) e quello di Corbyn (Gran Bretagna) come metafora delle difficoltà della politica in Europa, oggi.

 

Sabbie arabe

 

Il pesantissimo crollo delle entrate finanziarie mensili dell’Isis sono l’altra faccia della crisi dello Stato islamico. Intanto a Mosul il Califfo ammaina la bandiera nera. Le dinamiche della guerriglia urbana, invece, sono sempre le stesse.

 

Che farà l’Isis nel prossimo futuro? Secondo alcuni esperti tornerà alla guerriglia diffusa per tentare di sopravvivere. Ovviamente la sua sconfitta definitiva dipenderà anche dal modus operandi tra esercito iracheno e milizie sciite. Troveranno un accordo anti Isis o il loro dissenso deflagrerà?

 

La nuova legge elettorale libanese e la speranza che possa regalare stabilità e moderazione ad un paese preda del settarismo.

 

Ah, il piano della Casa Bianca di Trump per dare il colpo di grazia al califfato somiglia tantissimo alla strategia di Obama. Così, per la precisione…

 

Altri mondi

 

America oggi. Washington minaccia nuove sanzioni contro la Cina (sotto accusa i rapporti di Pechino con Taiwan e Corea del Nord); la luna di miele Trump-Xi può considerarsi conclusa. Nel frattempo un confronto tra Nasdaq e S&P500 ci dice che a Wall Street è in atto una sopravvalutazione dei titoli, a cui seguirà una correzione. Quando avverrà, però, è difficile stabilirlo...

Madrepatria. Il presidente cinese Xi Jinping è a Hong Kong per il ventesimo anniversario dell’handover, la restituzione dell’ex colonia britannica alla Cina, che ricorre domani. Dalla sua visita in pompa magna emerge una cosa lampante: a HK comanda Pechino (via Internazionale).

Fai girare l’economia. Il futuro dei soldi non sarà cashless o di plastica (leggi carte di credito), bensì dentro uno smartphone (tanto per cambiare). Spiega il perché l’Economist.

Cinafrica. Sempre più giovani africani vanno a studiare in Cina, attraverso finanziamenti e borse di studio mirate di Pechino. Poi non lamentiamoci del fatto che voltano le spalle all’Occidente a vantaggio del gigante asiatico.

Election day. In Papua Nuova Guinea sta succedendo tutto quello che non deve succedere in un’elezione. Funzionari trovati pieni di dollari, risse, urne che spariscono (via Il Post).

Il fondo del barile. La crisi nera del Venezuela e le proteste contro la presidenza Maduro significano una cosa sola: la lunga e inesorabile crisi del Chavismo.

  


 

Mappa del giorno

 

Come iPhone, in dieci anni di vita, è diventato la gallina dalle uova d’oro di Apple…

 


 

Personaggi

 

Tito Alvarez, il tassista spagnolo che potrebbe distruggere le ambizioni europee di Uber.

 

La storia di Charlie Gard. Contro la volontà dei genitori, oggi saranno disattivati i sistemi per tenere artificialmente in vita un bambino britannico di 10 mesi gravemente malato.

 

Argomenti di dibattito

 

Il monopolio di Amazon. Molti analisti si domandano se il colosso di Jeff Bezos non abbia ormai acquisito troppo potere…

Il grande esodo. Uno studio molto approfondito offre spunti interessanti su come i rifugiati se la cavano in termini di integrazione e apprendimento, nei paesi in cui si stabiliscono.

Cyber crime. Perché il mega attacco hacker di questi giorni in realtà è stato un atto di guerra digitale, il colpo di uno stato contro l’Ucraina.

Fine di una stagione? Il Barcellona ha un problema con i giovani calciatori. Sta aumentando il numero di canterani di talento che abbandonano i blaugrana: cosa sta succedendo?

 

Ossessioni

 

Avanzi di cibo. I cittadini dell’est Europa sono convinti che le grandi multinazionali occidentali del food vendano loro prodotti di scarto…

Magna Carta. Dopo secoli di protocolli rigidi, anche il parlamento inglese capitola sull’abbigliamento. D’ora in poi basterà vestirsi “business casual”.

Incredibile amisci! Tranquilli, queste 11 imprese tech vorrebbero nientepopodimeno che “hackerare” il nostro cervello (a fin di bene, ovvio).

  

Mettetevi comodi

 

Che tempo che fa. La verità è che non tutte le fonti fossili sono destinate all’estinzione. Ad esempio il gas naturale, la più pulita tra le fonti energetiche fossili, ha un grande futuro davanti, come ponte verso un futuro low carbon.

Mano pesante. L’inchiesta della Reuters su come la polizia filippina usi gli ospedali per occultare i morti ammazzati nella violenta campagna anti droga promossa dal presidente Duterte.

Un fiore all’inferno. In che modo i giovani ucraini cercano e riescono a sopravvivere alla sporca guerra che imperversa, a bassa intensità, nell’est del paese.

La rivoluzione degli organoidi. Lo sapete che riprodurre un tessuto cellulare miniaturizzato permette di provare i medicinali su una copia surrogata del paziente stesso? Senza limitazioni etiche

 


 

Se ne sono andati

 

Ci ha lasciato oggi, a 89 anni, Simone Veil, sopravvissuta all’Olocausto, ex ministro francese e prima donna presidente del parlamento europeo…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi