Bagarre siriana all'Onu, la rimozione di Bannon e Spotify. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Bagarre siriana all'Onu, la rimozione di Bannon e Spotify. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Frase del giorno

 

“E poi c'è Domenico De Masi, il nuovo professor Becchi del Movimento 5 Stelle, come dice Massimo Bordin…”

Luciano Capone

 


  

Sabbie arabe

 

Bambini uccisi col gas, il presidente siriano Assad nega le accuse. Per la Russia si tratta di “ricostruzioni false”. E dice no alla bozza dell’Onu.

 

La strage in Siria sta approfondendo le divisioni nella comunità internazionale: da una parte Trump (quasi più duro con il predecessore Obama che con il regime siriano), dall’altro i leader europei. Senza contare la nuova frattura Washington-Mosca, che si aggiunge alle tensioni sul Russiagate.

 

In questo senso la rappresaglia di Assad con le armi chimiche è un chiaro messaggio politico. Ora che ha spazio di manovra internazionale, il rais siriano vìola apertamente i patti.

 

Perché usare le armi chimiche è più grave. La stragrande maggioranza delle nazioni si impegna da decenni per il loro disarmo, per diverse valide ragioni (via il Post).

 

Come Obama, se non peggio. Lo Spiegel fa le pulci alla strategia anti Isis della nuova amministrazione Usa, dicendo che di fatto non funziona. Come la mettiamo?

  

Altri mondi

 

Stato dell’Unione. Il negoziato sulla Brexit al via attraverso le differenti posizioni (di partenza) di Londra e Bruxelles; la dura presa di posizione sul tema del parlamento di Strasburgo; e il rush finale per arrivare ad un accordo storico sulla riunificazione di Cipro (ma servirà l’appoggio di Erdogan).

America oggi. La posta in gioco nell’incontro di domani in Florida tra Usa e Cina; le rispettive preoccupazioni domestiche che faranno da sfondo al vertice Trump e Xi; e la rimozione di Steve Bannon dal Consiglio per la sicurezza nazionale (però rimarrà consigliere strategico di The Donald).

Nel continente nero. Il ritorno dei pirati al largo delle coste somale, dopo qualche anno di relativa calma.

Selezione all’ingresso. Spotify offrirà degli album in esclusiva solo agli utenti a pagamento. I nuovi dischi di alcuni artisti della Universal saranno disponibili solo per gli utenti premium durante le prime due settimane dalla loro uscita. L’accordo firmato dalle due aziende significa che per la prima volta alcuni utenti non avranno accesso all’intero catalogo dei brani (via Internazionale).

  

Fai girare l’economia

 

In questi anni sono cambiate molte cose nella composizione della ricchezza delle famiglie italiane. Ad esempio è calata la componente obbligazionaria. Ma la quota del risparmio gestito nelle attività finanziarie resta ancora inferiore a quella di altri paesi occidentali.

 

La mega commessa da 6 miliardi di dollari di Boeing all’Iran che sta aspettando il via libera politico dalla Casa Bianca. Arriverà mai?

 

Nel frattempo il gruppo Suning, proprietario dell’Inter, ha comprato i diritti tv per trasmettere le partite della Bundesliga (con l’ok del governo cinese).

 

Le condizioni dell’Europa per dare il via libera al super merger da 43 miliardi di dollari tra ChemChina e Syngenta.

 

Come il Regno Unito di Theresa May può aiutare l’Arabia Saudita ad affrancarsi economicamente dalla dipendenza petrolifera.

 


 

Mappa del giorno

 

Le relazioni commerciali Usa-Cina alla vigilia del vertice Trump-Xi, e adesso che sono in pericolo…

  


 

Personaggi

 

Farida e il significato di essere dottoressa oggi in Siria, ad Aleppo…

 

Il posto di Russell Westbrook nella storia. Realizzare 41 triple doppie in una stagione non dovrebbe essere possibile nella NBA contemporanea. Invece…

  

Argomenti di dibattito

 

Il secolo cinese. La Cina come nuova Silicon Valley? Da “fabbrica del mondo” a produttore di innovazione radicale, senza snaturare le proprie caratteristiche. Sarà davvero possibile?

Terra incognita. Come l’Asia centrale si è trasformata in un hub per il terrorismo. L’attentatore di San Pietroburgo proveniva dal Kyrgyzstan. Un po’ di cose da sapere su una regione sempre più cruciale per il jihadismo globale.

E io pago. Gran dibattito sull’Atlantic: le università possono restare imparziali nell’insegnamento accademico se vengono finanziate sempre più spesso dalle grandi aziende?

L’importanza del pensiero negativo. Le persone positive non esisterebbero se non esistesse il contrasto con i pessimisti. Non lasciare che una bella giornata rovini la tua vita d’inferno.

  

Ossessioni

 

Vietato studiare. Il governo ungherese contro l’Università di George Soros. Una legge potrebbe determinare la chiusura della Central European University del milionario e filantropo ungherese, migliaia di persone hanno protestato…

Il paradiso degli hacker. Comunque Tizen, il sistema operativo open-source di Samsung usato per telefoni, smart TV e smartwatch è pieno di falle di sicurezza.

Post verità. Lo sapete che l’Unione Europea si sta servendo una società di fact-checking per contrastare le bugie della linea antieuropeista di Marine Le Pen (via Rivista Studio)?

  

Mettetevi comodi

 

L’impero del ghiaccio. Guardate gli occhi freddi di Vladimir Putin e poi pensate alle ricche miniere che si estendono sotto una crosta di terra e acqua gelata. Avrete l’immagine perfetta della Russia di oggi…

Il grande esodo. Il viaggio di migliaia di giovani nigeriani verso la terra promessa europea, lastricata di lavori forzati, sevizie, abusi sessuali e morte, nell’intenso racconto del New Yorker.

Sempre all’erta. La straordinaria organizzazione dell’esercito romano, nel bel video racconto di Aeon.

La Sicilia come metafora. La rinascita di Palermo, se così si può definire, nell’interessante approfondimento del Guardian.

 


  

Accadde oggi

 

Duecento anni fa oggi, il barone Karl Friederich Drais von Sauerbronn presentava pubblicamente la draisina, in pratica la prima bicicletta…

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi