Prove di tregua in Siria, la guerra per Generali e i pompieri che volano. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Prove di tregua in Siria, la guerra per Generali e i pompieri che volano. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Frase del giorno

“Vi ricordate quelli che si chiedevano, piccati, perché talvolta gli elicotteri non decollassero? Ecco perché…” #dementi

Mattia Feltri

  


 

America oggi

Turbolenza sull’asse Washington-Mosca, mentre Trump smantella i trattati commerciali. L’indagine su Michael Flynn e gli effetti collaterali del dossieraggio.

A proposito. Come le nazioni asiatiche stanno cercando di salvare il TPP nonostante le parole di Trump e cosa sta facendo invece il Messico per preservare il caro vecchio NAFTA.

Intanto la nuova amministrazione Usa impedirà alla Cina di prendere possesso dei territori nelle acque internazionali del Mar cinese meridionale. Pechino reagisce: “a rischio pace e stabilità.” L’affare s’ingrossa, anche perché sembra che Trump non abbia nulla da offrire al Far East se non minacce…

Il piano repubblicano (sì, repubblicano) per evitare che The Donald rottami la riforma sanitaria di Obama.

Infine cosa potrebbe significare la nuova era Trump sul futuro del giornalismo Usa ma non solo. Interessante analisi dell’Atlantic. Con una domanda aggiuntiva, dopo la marcia delle donne: i liberal Usa diventeranno tutti girotondini…?

 

Altri mondi

 

Sabbie arabe. C’è stata una strana conferenza di pace sulla Siria. È stata organizzata da Russia e Turchia (non dall’Onu) ad Astana, in Kazakistan. E’ stata la prima volta in sei anni che governo e ribelli hanno trattato e sembra che Mosca, Teheran e Ankara si siano accordate per assicurare il rispetto del cessate il fuoco e prevenire la ripresa delle violenze. Nel frattempo tira una bruttissima aria in Libia per l’Italia e non è soltanto l’Isis. Volano le accuse di neo-colonialismo e fascismo, tirate fuori ad arte per colpire l’appoggio al governo debole di Tripoli. L’odio? Arriva dall’est filorusso.

Manica larga. Il governo britannico dovrà consultare il parlamento per avviare la Brexit. Lo ha stabilito la corte suprema. Questa decisione implica che la premier Theresa May non potrà cominciare i negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona, senza chiedere il parere di Westminster (via Internazionale). Possibili effetti? Quello di allungare i tempi del divorzio dall’Ue e quello di accelerare il voto sull’indipendenza scozzese.

Stato dell’Unione. Il sorprendente elettorato pro Marine Le Pen nelle periferie musulmane di Parigi. E poi la rinuncia di Sigmar Gabriel a correre alle prossime elezioni tedesche di settembre: sarà Martin Schulz il candidato Spd che sfiderà Angela Merkel.

Italicum. Premio di maggioranza, ballottaggio, capilista. I nove punti su cui è chiamata a pronunciarsi la Consulta. La sentenza è attesa per domattina.

Che tempo che fa. In che modo gli argomenti e le questioni legate alle armi atomiche hanno plasmato gli studi sul clima e sul "global warming" di oggi.

Non vedo l’ora. E’ stato ritrovato un libro inedito di favole scritto da Mark Twain più di un secolo fa. Verrà pubblicato molto presto.

Maschere per un massacro. Le crescenti tensioni tra Serbia e Kosovo rischiano di far deragliare il faticoso (e fragile) processo di pacificazione nei Balcani.

  

Fai girare l’economia

 

La sfida fra le banche di sistema che rende contendibili le Generali. Torna un classico della finanza: laici contro cattolici, Francia contro Italia. E la Consob convoca i vertici di Unicredit, Generali e Intesa Sanpaolo.

Perché le prime mosse di Donald Trump alla Casa Bianca sono diventate la più grande preoccupazione per i colossi automotive Usa (e non solo Usa).

Non solo Alitalia. E’ proprio la strategia di Etihad che barcolla e il Ceo James Hogan lascerà la sua poltrona entro fine anno.

Nuovi business. Perché le nomination agli Oscar annunciate oggi rafforzano le ambizioni “hollywoodiane” di Amazon.

 


 

Mappa del giorno

Dal 2013 ad oggi il tasso di occupazione tra i 25 e i 34 anni è stato un saliscendi che l'ha abbassato di un punto e mezzo (via Francesco Seghezzi)…

  


 

Personaggi

 

Giulio Regeni, la verità negata un anno dopo. In 10 punti quello che sappiamo sulla vicenda del ricercatore italiano, scomparso al Cairo il 25 gennaio 2016. Il suo corpo, con segni di tortura, fu ritrovato nove giorni dopo (e qui il giallo del video).

Godfather è il nuovo album del padrino del grime, Re Wiley. Ritratto dell’uomo a cui si deve “la più importante innovazione della musica inglese dai tempi del punk”.

Alfabeto dissidente. È morto l’uomo che ha inventato un sistema per trascrivere il cinese in caratteri latini. A 111 anni ancora criticava Mao…

  

Argomenti di dibattito

 

L’età della controrivoluzione. Da Kiev a Washington, il fenomeno è lo stesso: una reazione autoritaria a decenni di rivoluzioni liberal.

Perché le crisi fanno bene. I crolli come quello del 2007 sono la naturale conseguenza di un’economia che innova. Cercare di evitarli frena la crescita. Lezioni per la Federal Reserve.

Muoviti, Muoviti. Riuscirà la tecnologia a salvarci dalla nostra vita iper sedentaria che ha contribuito potentemente a plasmare?

L’universo è una simulazione? Teorizzato dai filosofi, studiato dai fisici, preso sul serio dai titani della Silicon Valley: torna il più radicale dei dubbi.

Coppa d’Africa. Com’è il calcio in Africa, tra senso di comunità e dimensione ludica, raccontato da quattro tecnici italiani che vi hanno allenato.

 

Ossessioni

 

Libertà vigilata. Beppe Grillo avvisa i parlamentari: “Chi non condivide la linea politica se ne vada”. Il leader del M5S: solo interviste concordate, non si fanno sconti.

Caccia al pedofilo. In Canada c’è chi usa il proprio tempo libero per andare a caccia di pedofili…

Estintori tecnologici. Vorrei essere un pompiere di Dubai, coi razzi ai piedi per lavorare meglio…

  

Mettetevi comodi

 

Il grande esodo. I ferrovieri francesi che boicottano la caccia ai migranti a Ventimiglia.

Addio Chinatown. Imprenditori e startuppari, ex bocconiani, manager. Fanno business e tendenza. Viaggiano e si godono il tempo libero. La classe media sino-italiana sta conquistando Milano.

Le vite degli altri. I furgoni ci guardano: un bel progetto fotografico sulla security urbana negli Usa (via Pietro Minto).

Nel continente nero. Kelechi Iheanacho del Manchester City racconta di come in Nigeria un semplice fischio significasse l’arrivo di un momento preciso: quello di giocare a calcio (via Rivista Undici).

 


 

Accadde oggi

 

Nel 1962 oggi Brian Epstein firmava il contratto per fare da manager ad un giovane gruppo musicale in ascesa: i Beatles…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi