Xi Jinping pro global, la Brexit di Theresa May e il peperoncino. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Xi Jinping pro global, la Brexit di Theresa May e il peperoncino. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


“La Bce è l’unica istituzione europea in cui i tedeschi finiscono in minoranza…”

Romano Prodi


 

Fai girare l’economia

  

A Davos, nel gran vuoto lasciato da Trump, il leader cinese Xi Jinping dice che “la globalizzazione non è l’origine del problema…”

  

Perché Pechino ha deciso di frasi alfiere dei mercati aperti in contrapposizione a populismi e protezionismi che attraversano l’Occidente, strana nemesi!

 

Giusto per rinfrescare la memoria, una chart di Davide J. Mancino ci ricorda la bontà del libero mercato (specie per i paesi emergenti) mentre la vera linea di faglia, secondo l’Ft, è il nuovo scontro geopolitico e commerciale tra Usa e Cina.

 

7,3 miliardi di abitanti sulla terra - il 63% dei quali ha difetti della vista - e solo 1,9 miliardi di loro che ha comprato occhiali (via Marco Valerio Lo Prete). Le praterie di mercato del nuovo colosso Luxottica-Essilor, specie nei paesi emergenti, sono sterminate. E i motivi per cui Leonardo Del Vecchio si è deciso a compiere il grande passo (c’entra molto il tema della complicata successione generazionale), analizzati da Bloomberg.

 

Intanto British American Tobacco conquista Reynolds per 50 miliardi di dollari. Le sigarette Lucky Strike e Camel riunite nello stesso gruppo!

 

Incarnando lo spirito del tempo (trumpiano), il colosso della grande distribuzione Wal-Mart annuncia che quest’anno creerà diecimila posti di lavoro solo negli Usa.

 

Stato dell’Unione

  

Londra fuori dal mercato unico, dice Theresa May. Per il premier inglese l'Europa non è un’opportunità per un paese che vuole diventare globale e vuole “controllare il numero di immigrati che entrano”…

 

In che modo la linea dura di Trump sta aiutando (o potrebbe aiutare nei prossimi mesi) la Brexit di Londra. Anche se la separazione con l’Europa rischia di rendere il Regno Unito poco più che una colonia americana.

 

Per la cronaca, a un po’ di mesi di distanza dal referendum sono più i “Remain” passati tra i “Brexit” che il contrario.

 

Il Portogallo sta lavorando ad un visto “startup” dedicato per attirare imprenditori indiani. Molto interessante!

 

Ah, il 2017 sarà anche un anno di grandi battaglie legali e regolatorie tra Bruxelles e i colossi di Silicon Valley. Allacciate le cinture!

 

Altri mondi

 

America oggi. Disertare Trump. Il litigio con una leggenda dei diritti civili come John Lewis apre la prospettiva di un’inaugurazione segregata mentre salgono a più di trenta i democratici eletti al Congresso che hanno deciso di boicottare l’insediamento di The Donald in agenda il 20 gennaio.

Sabbie arabe. È stato arrestato il principale sospettato dell’attentato a Istanbul. Lo dice la stampa turca: si chiama Abdulkadir Masharipov, è uzbeko, fa parte dell’ISIS e la notte di Capodanno ha ucciso 39 persone. In che modo invece le epurazioni post tentato golpe promosse da Erdogan, soprattutto tra accademici, intellettuali e insegnanti, stanno privando la Turchia di molti cervelli.

Nuova guerra fredda. Anche la Lituania ha paura di una “invasione” russa e vorrebbe costruire una barriera ai suoi confini.

Andamento lento. I treni italiani sono tra i più sicuri, se non i più sicuri, d'Europa. Meno cari, ma spesso in ritardo (via Il Post).

Subcontinente inquieto. Occhio che sta tornando a salire la tensione “nucleare” in Kashmir, tra India e Pakistan…

 

Mappa del giorno

 


Il potenziale di automazione dei principali settori economici. Hotel, food e manufacturing in testa (via Francesco Seghezzi)…

 


 

Personaggi

  

Il riservatissimo (e sconosciuto) signore a cui Theresa May ha affidato, dal punto di vista burocratico, lo spinoso dossier Brexit.

 

Immaginate vostra madre che a 61 anni, dopo essersi iscritta a Psicologia, va in Erasmus a Madrid. Ecco a voi la signora Laura…

 

Argomenti di dibattito

  

Post verità. “L’aggressione Nato contro la Russia” e altre bestie fantastiche. Trump e Mosca contro la Nato “obsoleta”. Piste da seguire per orientarsi nell’anno dell’ondata populista (con le sue bufale) e tutti i rischi, anche geopolitici, del nuovo protezionismo americano.

Nuova mobilità. In che modo il boom delle auto elettriche potrebbe ridisegnare il concetto di proprietà delle auto per come l’abbiamo conosciuta.

Elevator Index. La lotta di classe è verticale. Per Stephen Graham ciò che oggi divide ricchi e poveri è lo spazio urbano occupato: i primi in alto, i secondi in basso. Una conquista del cielo e un futuro squilibrato.

Giganti a canestro. Ci sono sempre più giocatori alti 7 piedi (circa 2 metri e 15) capaci di tirare da tre, giocare “di fino” e dribblare. Come sta cambiando, di conseguenza, il basket (via Rivista Undici)?

 

Ossessioni

  

Morte di stato? Contrordine. La procura di Roma accusa tre carabinieri di omicidio preterintenzionale per la morte di Stefano Cucchi. Cucchi era stato arrestato per droga il 15 ottobre 2009 nella capitale ed è morto una settimana dopo all’ospedale Pertini. Aveva 31 anni (via Internazionale).

Neonazi. Il tribunale costituzionale federale di Berlino ha respinto la richiesta di messa al bando del partito nazionaldemocratico tedesco (NPD): "Nessuna minaccia per la democrazia". Quindi non dovranno sciogliersi.

Peperoncino forever! Per la cronaca, mangiare speziato ti allunga la vita. Lo dice la scienza…

 

Mettetevi comodi

 

L’importante è partecipare. Frustrazione e impotenza. L’inchiesta dello Spiegel sulla lotta disperata di un team di medici investigativi Usa contro il doping nello sport.

La via del gas. In che modo le nuove scoperte di gas nel bacino mediterraneo potrebbero diventare un fattore geopolitico di pacificazione per il Medio Oriente nel caos.

Nel continente nero. L’ultimo romanzo di Denis Johnson, Mostri che ridono, continua sul sentiero tracciato da Conrad per scrivere di un continente violento e difficile, l’Africa.

Nuove crociate. La gran battaglia contro lo zucchero, e gli zuccheri, nel cibo che mangiamo, spiegata bene.

 

Accadde oggi

 


 Nel 1929 oggi, il personaggio di Braccio di Ferro appariva per la prima volta con una striscia su un quotidiano…

  

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi