Gli hacker russi, la Bce in trincea e la bolla del cibo. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Gli hacker russi, la Bce in trincea e la bolla del cibo. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


“Nel giro di una settimana: allarme meningite, basta una vaccinazione, psicosi meningite, non c’è alcun allarme…”

Mattia Feltri


 

Sabbie arabe

  

Nel cuore dell’Anatolia dove il Califfo recluta miliziani per la jihad. A Konya l’attentatore di Istanbul aveva affittato casa con la famiglia. Capitale del primo sultanato, la città è diventata crocevia di gruppi islamisti.

  

La Russia sta cominciando a ritirare parte delle sue truppe dalla Siria.

  

Come sopravvivere in una prigione siriana (secondo Amnesty più di 18mila persone sono morte in questi anni nelle carceri di Assad).

 

La battaglia per le strade di Mosul nel fotoreportage della Reuters.

 

Riuscirà il principe bin Salman a trasformare l’economia saudita? E’ uno dei grandi temi del 2017.

 

America Oggi

 

Gli Stati Uniti dichiarano di aver identificato gli agenti segreti russi colpevoli degli attacchi hacker. Gli agenti, i cui nomi non sono stati diffusi, sono accusati di aver rubato delle email dal sito del Partito democratico e di averle consegnate a Wikileaks, il sito di Julian Assange (via Internazionale).

 

A proposito. Oggi le agenzie di intelligence presenteranno un rapporto a Trump su come la Russia ha manipolato le ultime elezioni americane. Anche se il presidente eletto resta di parere opposto, e lo ha ribadito in una intervista al Nyt.

  

Potrebbe anche succedere che la battaglia in difesa di Obamacare contro ricompatti e salvi quel che resta dei democratici Usa.

 

Dice il Peterson Institute che i mercati non si sono ancora accorti dell’impatto devastante che la guerra al commercio internazionale che sta imbracciando Donald Trump potrebbe causare alla crescita globale.

 

Dalle esplorazioni offshore alla costruzione di nuove pipeline, cosa si aspettano le major petrolifere Usa dalla presidenza Trump.

 

Ah, la Casa Bianca ha messo a disposizione tutta l’attività online dell'amministrazione Obama, il primo presidente sui social media, prima che sparisca per far posto a Trump.

 

Fai girare l’economia

  

Cinque mappe sulla ricchezza delle famiglie nel mondo e come calcolare la tua posizione nella classifica dei redditi mondiale: fai parte o no della middle class planetaria?

  

Così l’inflazione spunta le armi retoriche di Draghi per più stimoli. Scompare lo spettro deflazione come alibi per il Qe. Restano le frustate ai governi inerti e il “rischio divergenza”.

  

Sorpresa. Se guardiamo al numero di brevetti depositati, la vecchia industria automotive non sembra spacciata rispetto ai colossi tech di Silicon Valley, anzi. Sono loro a guidare l’innovazione nella sfida per realizzare la tanto agognata “driveless car”.

  

Altri mondi

  

Stato dell’Unione. Come l’attacco terroristico a Berlino ha illuminato le profonde divisioni nel governo tedesco e come l’Europa può farcela a sopravvivere all’onda populista.

Messico & nuvole. La complicata situazione in Messico tra le proteste per l’aumento del prezzo del gas (e della benzina), la speculazione sulla moneta (il peso), il problema dell’immigrazione verso gli Usa e le minacce fiscali di Donald Trump alle multinazionali dell’auto (da GM a Toyota) che vogliono andare nel paese centroamericano a produrre veicoli.

Nel continente nero. Purtroppo la guerra civile nel Sud Sudan sta portando il paese africano alla carestia (nell’indifferenza dei più).

Titanic. Un gigantesco iceberg sta per staccarsi dall’Antartide. Si tratta della piattaforma di ghiaccio Larsen, situata nella zona nordoccidentale del mare di Weddell. È uno dei dieci iceberg più grandi mai misurati…

 

Mappa del giorno

  


La mappa italiana delle province che accolgono più migranti (via Luciano Fontana)

  

  


 

Personaggi

  

Io, Patrick Ndungidi, primo reporter africano a testimoniare gli sbarchi a Lampedusa. Un ottimo reportage pubblicato su Vita.

  

Chi è l’uomo che sta “vendendo” la Realtà Virtuale alla Cina.

 

Argomenti di dibattito

 

Potenza della demografia. La crescita nello spread tra città e campagna nel mondo come uno degli elementi distintivi della nostra epoca (e con profonde ricadute politiche e sociali).

Segui i soldi. Scrive Bloomberg che le grandi corporation moderne devono trovare altre ragioni di sviluppo e crescita rispetto all’ossessiva ricerca di creazione di valore per gli shareholder.  

Mangio dunque sono. La prossima bolla americana, pronta a scoppiare, è quella del food e dell’industria della ristorazione.

Il dilemma. La letteratura deve per forza essere conservatrice? Scrittori che odiano il presente, e: «Oh, com’erano buoni i pomodori di una volta». Perché la letteratura ha smesso di essere un'avanguardia culturale.

 

Ossessioni

  

Stare in forma. Lo sforzo disperato del genere umano per raggiungere e mantenere il benessere fisico.

Dietro le sbarre. In che modo l’alto numero di crimini e di persone detenute in prigione sta tenendo lontano dal lavoro milioni di uomini, arrivando a danneggiare l’economia.

Il grande esodo. Perché non si riesce a espellere i migranti irregolari. Si fa presto a dirlo, ma farlo è complicatissimo: c’entrano una legge del 2011 e l'assenza di accordi bilaterali per i rimpatri (via Il Post).

 

Mettetevi comodi

  

Il mio tesoro. Il Mozambico e la nuova frontiera africana delle pietre preziose.

Un’altra rete è possibile. Come costruire un mondo post-Google. L’infrastruttura delle blockchain, su cui si basano i bitcoin, promette una nuova partenza della rete. Per superare la minaccia dei monopoli e dell’assalto alla privacy.

Spie come noi. In che modo la Cia ha infiltrato il mondo della cultura (e degli scrittori) nel corso del novecento, raccontato da Vice.

Volo a metà. La crisi di Emirates, minacciata dal neo protezionismo globale e dalla crisi dei mercati emergenti.

La città del secolo. L’Economist racconta il fermento culturale e i personaggi a cavallo tra fine ottocento e inizio novecento che hanno reso la capitale austriaca un bastione liberale inarrivabile, trasformando per sempre le idee dell’Occidente.

 

Accadde oggi

 


  

Nel 1907 oggi Maria Montessori apriva la sua prima scuola, a Roma…

 

   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi