George Michael e gli anni '80, gli Usa dopo Obama e la diga di Mosul. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

George Michael  e gli anni '80, gli Usa dopo Obama e la diga di Mosul. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Frase del giorno

 

“Boy George tutto bene…?” #MorteDelPop

Paolo Madron

 


 

Falsi miti

 

Al di là di quel che si dice il nostro pianeta non è poi così male, in questo anno di grazia 2016. Qualche numero messo in fila da Politico lo dimostra. Ad esempio:

 

Il numero di persone in estrema povertà nel corso di quest’anno è sceso di altre 130mila unità. Se nel 1990 il 37% della popolazione mondiale rientrava in questa fascia di disgraziati, oggi la quota è crollata al 9,6 per cento.

 

6,2 miliardi di persone, pari all’85% dell’intera popolazione mondiale, oggi sono in grado di leggere e scrivere. Nel 1980 erano “solo” il 56 per cento.

 

Il 96% dei nuovi nati sopravvive ai suoi primi cinque anni di vita, una percentuale cento volte superiore rispetto a 200 anni fa.

 

Il 56% della popolazione mondiale oggi vive sotto governi democratici (nel 1980 era il 35 per cento).

 

What else?

 

 

Sabbie arabe

 

La preoccupante diffusione di cyber attacchi nei paesi del Medio Oriente e negli stati petroliferi del Golfo Persico.

 

La cittadella, le moschee, i mercati. Cos’è rimasto di Aleppo dopo quattro anni di scontri e bombardamenti (via Il Post).

 

A proposito. I media russi e la caduta di Aleppo nell’analisi dell’Atlantic. Molto interessante per capire la Russia di oggi.

 

La Turchia dice di volersi impegnare nel raggiungere il cessate il fuoco in Siria, dopo i colloqui avuti con Mosca. Speriamo!

 

Occhio alla diga di Mosul, se crollasse potrebbe verificarsi una catastrofe da far impallidire le carneficine dell’Isis.

 

 

Altri mondi

 

Non volo più. Le autorità russe proseguono la ricerca delle vittime dell’incidente aereo nel mar Nero in cui hanno perso la vita 92 passeggeri tra soldati, giornalisti e i musicisti del coro dell’armata rossa. L’incidente di Natale potrebbe essere stato causato da un guasto o da un errore umano. Sarebbe esclusa la pista del terrorismo (via Internazionale).

Jihad quotidiana. Dopo l’attentato di Berlino la Germania ha deciso di estendere i controlli alle frontiere con l’Austria.

Segui i soldi. La nuova centralità della Russia. La fine del socialismo in America Latina. La rivincita dell’industria pesante e dei titoli a breve. Cosa guardare, e come, per capire i mercati.

Bufale atomiche. Bufale atomiche. Il Pakistan minaccia Israele per colpa di una fake news. Botta e risposta via Twitter tra i ministri della Difesa.

Banca-rotta. Tutto quel che Mps non potrà più fare dopo l’ingresso dello stato.

Battaglia navale. Non si placano nemmeno a Natale le tensioni nel Mar cinese meridionale (c’entra la reazione di Pechino alle parole di Donald Trump su Taiwan).

Ricorrenze. Cos’è esattamente il “Boxing Day” spiegato da Vox (e perché rende molto felici i tifosi della Premier League inglese).

 


 

Mappa del giorno

 

I paesi che cresceranno di più nel corso del 2017 (Asia e Africa sugli scudi)…

 


 

Personaggi

 

Dopo quasi cent’anni di riverente ammirazione, il presidente Erdogan sta di fatto sostituendo il mito turco del fondatore Ataturk.

 

L’incredibile storia di Robert Jensen, specialista nel ripulire i luoghi dei disastri aerei e degli incidenti di massa, dall’indentificazione dei corpi alla restituzione degli effetti personali alle famiglie dei morti.   

 

Addio a George Michael, una popstar che ha incarnato lo stile di un’epoca ormai finita...

  

Argomenti di dibattito

 

America oggi. Scrive Ian Bremmer su Time che la leadership globale Usa finirà ufficialmente il prossimo 20 gennaio, il giorno dell’insediamento alla Casa Bianca di Donald Trump…

Ombre russe. Quelle lezioni mai apprese sul collasso e la caduta, esattamente venticinque anni fa, dell’Impero sovietico.

Il non-pensiero della crisi. Da dove nasce la lunga rivolta populista. Se chi ha fatto scorta di brioche (Clinton) “deplora” chi è senza baguette, Trump è inevitabile. Serve una nuova ideologia forte.

Star Wars. L’Impero siamo noi: il significato politico (se ce l’ha) dell’ultima puntata della saga, Rogue One.

  

Ossessioni

 

Mestieri evergreen. Ebbene sì, i cacciatori di taglie esistono eccome e scoppiano di salute…  

Rompicapo. Come costruire una piramide umana, nel video 360° del Nyt. Di quelle che si fanno alle feste o anche al mare.

Oddio, muoro! Tutte le paure più stupide che hanno le persone in fatto di salute.

  

Mettetevi comodi

 

Come si cambia. Shenzhen produce tutto per tutto il mondo; la città cinese è una grande fabbrica a cielo aperto. Ma una nuova generazione di expat la vuol trasformare in un posto diverso, più fico (via Pietro Minto).

Il viaggio del terrore. In che modo il viaggio di una Toyota (da Columbus a un parcheggio africano) ha “svelato” un grosso network finanziario criminale pro Hezbollah.

Corsa all’oro. Tutte le persone e i gruppi che si sono arricchiti grazie alla crisi migratoria e al grande esodo di questi ultimi anni.

Film cult. Decennio dopo decennio, una carrellata sui migliori film di Martin Scorsese, uno dei più grandi registi dell’ultimo mezzo secolo.

Sul tetto del mondo. Gli sportivi del 2016 a livello mondiale, messi in fila dal Washington Post.

 


 

Accadde oggi

 

Nel 1982 il premio “Uomo dell’anno” di Time veniva assegnato per la prima volta ad un non-umano: il computer… 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi