Tutte le facce del "Francis effect"

Una rassegna delle copertine dei principali magazine internazionali. Time, New Statesman, Newsweek, National Geographic, People, Washington Post Magazine.
Tutte le facce del "Francis effect"

La visita di Papa Francesco in America sta facendo impazzire i media, che hanno accolto il Pontefice “dalla fine del mondo” con entusiasmo, scetticismo, curiosità. I principali giornali americani hanno dedicato sezioni speciali alla visita (qui il New York Times e qui il Washington Post), e la copertura è costante e dettagliata (ma certo il Foglio non è da meno). Questa è una puntata monografica sulle copertine, prevalentemente americane, dedicate a Papa Francesco questa settimana.

 


 

Time è già alla sua terza copertina su Papa Francesco, e questa volta dopo averlo eletto persona dell’anno 2013 e avergli dedicato una copertina piuttosto ombrosa, lo mostra in bianco con una dicitura semplice, “Papa Francesco incontra l’America”. All’interno, Elizabeth Dias e Nancy Gibbs raccontano il rapporto complesso tra il Papa e gli Stati Uniti. Francesco “è arrivato come un pastore ed è ovunque a pascere il suo gregge, con il tocco umano che ha affascinato anche gli scettici poco abituati alla chiesa”. Papa Francesco “conosce l’arte dell’immagine”, a partire dalla 500 Fiat che ha usato appena atterrato a Washington, ma “non è Madre Teresa”, scrive Time.

 

 


La copertina più bella sulla visita di Francesco è decisamente quella del numero speciale che il magazine del Washington Post ha dedicato al Papa: Francesco, ripreso dall’alto, ammira la folla che assume le sembianze di una bandiera americana. Il Washington Post definisce il Papa “disruptive” e dice che in occasione della sua prima visita in America “le aspettative – e i dubbi – sono molto alti”. E’ il “Francis effect”, fenomeno palpabile per ora soprattutto sui giornali d’establishment.

 

 

 

 


Alla visita di Francesco non poteva mancare la copertina glam, che questa settimana è quella di People, che piazza un primo piano di Francesco sorridente attorniato dall’“amicizia pazza” di George Clooney e Sandra Bullock, i problemi di fertilità di Tyra Banks e gli “errori” non meglio specificati di Caitlyn Jenner, al secolo Bruce. People dichiara di voler portare i suoi lettori “dentro al mondo privato” di Papa Francesco, e mette insieme una buona serie di cliché ben noti qui in Italia, dai pranzi frugali a Santa Marta ai selfie ai problemi di peso.

 

 

 


Solo una settimana fa Newsweek era molto più critico, e si chiedeva: “Il papa è davvero cattolico?”. La risposta arriva già dalla copertina: “Certo che lo è. Ma a leggere la stampa non sembra”. E’ l’altro lato del “Francis effect”, l’“adulazione quasi universale”, si legge su Newsweek, di cui Francesco gode in maniera incondizionata. Newsweek parla di una personalità “divisa in due parti”, intesa come progressista e conservatrice al tempo stesso, come “un politico che spera di ottenere i voti nelle città liberal con un messaggio e quelli dei sobborghi conservatori con un altro”.

 

 

 


 

Copertina di tutt’altro tono ma dubbi simili sul New Statesman della seconda settimana di settembre (già apparsa qui), che mostra il Papa con un paio di occhiali da hippy e si chiede: “Francesco è davvero il difensore del popolo?”. All’interno Rowan Williams scrive che “è inutile aspettarsi che questo o qualunque altro papa si possa inquadrare con semplicità in stereotipi preconfezionati”.

 

 


Piccolo ripescaggio per National Geographic, rivista che di solito si occupa di scienza e storia e che ad agosto ha dedicato la copertina a Papa Francesco, con un servizio davvero notevole, foto bellissime, interviste di peso e il solito tema: Francesco è davvero il riformatore progressista tratteggiato dai media d’establishment? Cambierà il Vaticano o sarà il Vaticano a cambiare lui? La lettura è interessante, ma il NatGeo è sempre il NatGeo, e la sensazione alla fine è di aver scorso un trattato entomologico.

 

 

 


 

Leggi la copertura completa del Foglio sulla visita di Papa Francesco in America.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi