Il design non è solo novità: al Salone del Mobile di Milano è pieno di modelli storici vestiti a nuovo

“Iconic Heritage. Iconic Pieces” presenta 24 prodotti realizzati da Porsche Design dai primi anni Settanta ad oggi che incarnano perfettamente questa concezione di Ri-design

Il design non è solo novità. Il Salone del Mobile di Milano è pieno di pezzi storici, che continuano ad affascinare curiosi ed appassionati e ad essere rieditati dalle aziende. Lampade, mobili e altri pezzi storici, vengono infatti proposti in nuovi materiali o con nuove funzioni tecnologiche. Una tendenza che non rappresenta la carenza di fantasia bensì testimonia l'unicità e l'immortalità del disegno, per almeno due motivi. intanto perché il prototipo di un mobile o di una lampada è infinitamente più costoso rispetto a quello di un vestito. E poi perché un oggetto può entrare a far parte dell'esistenza quotidiana ed essere comprato per vederlo e viverlo tutti i giorni per anni e decenni. Spesso finisce nei musei e nelle università come modello e caso di studio. Ci sono mobili, ad esempio, concepiti negli anni Sessanta-Settanta, che non sono mai usciti di produzione: lo "zoccolo duro" del catalogo di storiche aziende.

In occasione del Salone del Mobile, dal 4 al 9 aprile 2017 lo store Porsche Design di via della Spiga ospita la retrospettiva “Iconic Heritage. Iconic Pieces”. Si tratta di 24 prodotti iconici realizzati da Porsche Design ma anche progettati per altre aziende, dai primi anni Settanta ad oggi, che incarnano perfettamente questa concezione di Ri-design.
 

I visitatori avranno la possibilità di scoprire alcuni tra i prodotti e progetti che hanno segnato e rivoluzionato il design contemporaneo: dal leggendario Chronograph I, agli occhiali da sole P'8478, dal primo notebook convertibile 2 in1 fino al Monobloc Actuator.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi