Addio al celebre linguista Tullio De Mauro

Si è spento all'età di 84 anni. Fu anche ministro dell'Istruzione tra il 2000 e il 2001

Tullio De Mauro

Tullio De Mauro (foto LaPresse)

E’ morto all’età di 84 anni Tullio De Mauro, celebre linguista italiano e ministro dell’Istruzione dal 2000 al 2001. Il settimanale Internazionale, diretto dal figlio Giovanni e con cui De Mauro collaborava, è stato il primo a dare la notizia. Suo fratello era Mauro De Mauro, un giornalista dell’Ora di Palermo rapito e ucciso dalla mafia nel 1970.

Docente universitario di linguistica e storia della lingua italiana, membro ordinario dell’Accademia della Crusca e presidente del comitato direttivo del Premio Strega, De Mauro è l’autore del “Grande dizionario italiano dell’uso” e della “Storia linguistica dell’Italia unita”. E’ stato inoltre un prolifico divulgatore: ha collaborato negli anni con la Rai, con numerose testate giornalistiche (Il Mondo, L’Espresso, La Stampa, L’Unità, La Repubblica, Il Sole 24 Ore) e regolarmente con Internazionale, per cui curava le rubriche “La parola” e “Scuole” scrivendo principalmente sulla scuola e il linguaggio.

Prima di diventare ministro dell’Istruzione sotto il secondo governo Amato, era stato eletto nel 1975 al Consiglio regionale del Lazio nelle liste del Pci e dal 1976 al 1978 era stato assessore alla Cultura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi