Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola

Particolare dalle Stanze di Raffaello, Musei Vaticani

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E per i vent'anni del Foglio in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola (e che potete scaricare qui dalla mezzanotte di venerdì) 

 


 

Allegria, torna lo stato - Sfascio dopo sfascio, eccoci di nuovo ai salvataggi. Dal Monte dei Paschi all’Ilva a Mediaset, tutti a invocare un intervento del governo. Coi soldi pubblici, va da sé - di Stefano Cingolani

 

C’è amore a Cuba - Ma pochi bambini. L’aborto sta distruggendo il paradiso castrista. I figli della Revolución divorati da una cultura della morte - di Giulio Meotti

 

Duecento giorni da Raggi - Dal trionfo elettorale di giugno all’arresto di Raffaele Marra. I sei mesi che sconvolsero Roma - di Marianna Rizzini

 

Il profetico Lasch - Conservatore, critico con le élite di sinistra, giudicò un equivoco l’imponente consenso per Reagan. Aveva già intuito Trump - di Claudio Giunta

 

I paninari della Mela - Trent’anni dopo lo sbarco di McDonald’s in Italia, sono gli italiani a dare da mangiare alla California di Apple - di Michele Masneri

  

Il libro nero del Rinascimento – Il bene e il male nel secolo della bellezza - Accanto a Botticelli, a Michelangelo e al Magnifico, una realtà oscura dominata da banchieri senza scrupoli, politici venali, ecclesiastici lascivi. Alexander Lee ha esplorato questo groviglio di avidità, violenza e depravazione - di Giuseppe Marcenaro

  

Il prezzo di un maglione - Da Maria Antonietta ad Agnese Renzi: quando il populismo moralista si fissa su un dettaglio - di Fabiana Giacomotti

 

Troppa sincerità - Lo scivolone di Arisa, che ha portato in tv il reality di se stessa. Nella sua finzione, invece, la Carrà non ci stuferà mai abbastanza - di Simonetta Sciandivasci

 

Froome e Mr. Hyde - Tim Kerrison, il preparatore guru che ha reso il ciclista britannico un campione. Quel filo che passa da Girardengo e Moser - di Giovanni Battistuzzi

  

Il corpo ben scavato - Squarci, strappi, ferite: la materia degli inizi ora sembra carne, plasmata in una bellezza di forme e colori che incanta e disorienta. L’arte di Anish Kapoor in mostra a Roma - di Giuseppe Fantasia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi