La caccia al prof. che nel college cattolico si è opposto all'"agenda della diversità"

Petizione contro il dantista Anthony Esolen, che aveva chiesto di rispettare la vocazione cattolica dell'istituto. Docenti e studenti: "Omofobo e razzista"

Matteo Matzuzzi

Email:

matzuzzi@ilfoglio.it

La caccia al prof. che nel college cattolico si è opposto all'"agenda della diversità"

Il Catholic Providence College, dove insegna il prof. Anthony Esolen

Roma. Razzista, xenofobo, misogino, omofobo e perfino “religiosamente sciovinista”. Tutto questo sarebbe Anthony M. Esolen, professore di Letteratura inglese del (cattolico) Providence College, nel Rhode Island, stando alla petizione online firmata da un gruppo di docenti suoi colleghi e subito circolata tra gli studenti. Autore di numerosi saggi e rinomato traduttore della Divina Commedia dantesca, Esolen è “un gioiello lucente nell’alta istruzione americana”, ha scritto di lui George Weigel in un commento su First Things. La colpa di Esolen è...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi