“Incontrarci? Perché no”. Belén risponde a Milani, innamorato fisso

Intervista con la show-girl argentina più amata dai foglianti. “Un mese fa circa ho trovato una scritta sul muro di fronte a casa mia: Belén ti amo. Sono rimasta choccata”. Sarà stato Milani, fisso.
“Incontrarci? Perché no”. Belén risponde a Milani, innamorato fisso

Belén Rodriguez (foto LaPresse)

Gli aficionados del Foglio avranno certamente avuto modo di notare quanto amorevole spazio sia stato dedicato dal nostro Maurizio Milani – penna più che pregiata, stimata – a una delle donne non italiane più bramate d’Italia: @Belénrodriguezreal. La citiamo così, a guisa d’Instagram, il social network amato dalle celebrità (o celebs, come s’abbrevia ora), di cui ella è invero stella polare. Perché il nostro, proprio di lei s’è andato a infatuare. Il che potrà apparir paradossale essendo egli colto intellettuale, eppure pressoché analfabeta digitale. Ah, l’amore fa brutti scherzi. Qualcuno bisbiglia sia pure orbo (l’amore, ben inteso), ma non è questo il caso. Torniamo quindi alla bella argentina, poiché lei d’esser desiderata è certamente conscia, ma del Milani non sospettava nemmeno l’esistenza. Ecco dunque perché ci siamo fatti ambasciatori e abbiamo deciso di raggiungere la splendida Belén in vece sua. Così, per strapparle qualche risposta, dunque regalare una fessura di speranza all’inarrestabile innamorato fisso. In tal modo abbiamo appreso, nostro malgrado, che l’umano sforzo dell’innamorato, per quanto fisso, era stato ignorato. E che la dea Belén nulla sapeva del sentimento così a lungo covato dal Milani, giacchè lo sventurato era giunto persino a lussarsi un dito, nell’ardore dell’ennesima missiva rapito.

 

Ecco, dunque, cosa Belén ha raccontato al Foglio. “Prima che mi contattaste non sapevo nulla di questa storia”, ha ammesso col dispiacere di chi ignora senza dolo. “Non ho un ideale di uomo”, ammette. Qualche speranza per l’innamorato fisso, dunque? “Beh, non ci sono condizioni”, ribatte lei divertita.

 

Gli ammiratori nemmeno riesce a contarli da tanti che sono. Sbucano da ogni dove. Roba che quando ha bisogno di stare tranquilla “non mi resta che chiudermi in casa”, dichiara senza indugi quel metro e 75 centimetri di sensualità senza sconti, che ancora racconta: “Un mese fa circa ho trovato una scritta sul muro di fronte a casa mia: Belén ti amo. Sono rimasta choccata”. Sarà stato Milani, fisso. Poi, a qualcuno è persino toccato in sorte d’esser notato per i commenti sagaci sull’Instagram della Signora: “Era una fan, siamo diventate amiche, la sento da un anno tutti i giorni”, racconta la show-girl di Buenos Aires.

 

Che a Milani convenga davvero l’emancipazione digitale? Innanzitutto, gli consiglieremmo di evitare missive concorrenti ad altre bellonissime, poiché la sua amata ammette: “Sono molto gelosa: nella vita bisogna essere coerenti. Se invece questo Milani fa il farfallone, perderà la mia stima”. Attenzione. E poi, come dicevamo, la cosa si complica, e nemmeno poco, se si considera la sua inettitudine tecnologica, giacché lei, invece, è regina indiscussa di socialità. Digitale. Anche se, in definitiva, è parsa possibilista: “Potrebbe essere una svolta: magari lui mi insegna a vivere un po’ senza smartphone e io insegno a lui come trovare qualcosa di positivo nel dispositivo”, spiega la Rodriguez. “Tra l’altro ho un figlio, per cui ho da fare. Ho avuto un momento in cui non riuscivo a gestire la perenne connessione, ma poi ho smesso”. Meno male. E a proposito di figlio, attenzione caro Maurizio, perché il piccolo Santiago sa esser protettivo: “E’ geloso, si mette  a fare il verso del dinosauro per allontanare la gente. Ed essendo convinto di esserlo un dinosauro potrebbe anche mordere”. Ahia.

 

E non importa nemmeno se l’innamorato nostro si pensa pianga sovente, a partire dal nome di una sua recente pubblicazione, “Uomini che piangono per niente”, perché a lei qualche lacrima non disturba. O meglio: “Se piangono per un motivo giusto, mi va bene. Se lo fanno più delle donne, rischia di delinearsi una personalità un po’ troppo femminile e per questo ci sto già io, direi. Che basto e avanzo”. Come darle torto.

 

E poi, caro Milani, in quanto a politica, per te che cercavi in lei la linea elettorale da seguire, la delusione ti sarà bollente: “Non so come aiutarlo, mi dispiace: di politica non ne so niente, non mi interessa e non andrò a votare”. Non piangere, Maurizio. Anzi: raddoppia l’impegno. Perché, tra l’altro, pare che dentro a questa redazione sia in corso una vera e propria gara alla conquista. Giusto ieri (e di nuovo oggi in prima pagina), Andrea Marcenaro si bullava su queste colonne di quanto la show-girl ne avesse pubblicamente apprezzato un’intervista del 2014. Testuale: “Grazie ad Andrea Marcenaro per la geniale intervista, ma soprattutto per la classe e l’eleganza dei suoi racconti. Rimangono pochi giornalisti come lui”.  “Scusami Andrea – mi ha telefonato il giorno appresso”, puntualizza Marcenaro – “volevo dire maschi”. Milani ha replicato ieri sul sito del Foglio con una foto di lui in bici con una gigantografia di Belén e un pegno d’amore scritto: “Intesto il mio cortile (di 500 metri quadrati) a Belén più i risparmi di una vita (2 milioni di euro). Vediamo chi mi batte”. In ogni caso, non resta molto tempo, la signora è provata dalla giornata e la nostra conversazione volge alla fine. Rimane giusto l’attimo per domandarle un messaggio diretto per l’innamorato: “Incontrarci? Perché no”. E adesso?

 


Belén Rodriguez (foto LaPresse)


 

Tutto l'amore di Maurizio Milani per Belén

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi