La "Marcia su Roma" vietata e la Catalogna vista da Juncker. Le notizie del giorno in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni 

La "Marcia su Roma" vietata e

LaPresse/Fabrizio Corradetti

DALL'ITALIA

    

Il Consiglio dei ministri ha approvato il “salvo intese”, il decreto che anticipa la legge di Bilancio per il 2018. Nel testo spunta la proroga del prestito ponte per Alitalia con 300 milioni extra per garantire la continuità del servizio di trasporto aereo fino al trasferimento dei complessi aziendali, prorogato all'aprile 2018. “Non saremo mai più azionisti di una compagnia aerea”, ha detto Carlo Messina, ad di Intesa Sanpaolo.


Cesare Battisti è a un passo dall’estradizione grazie al trattato firmato da Italia e Brasile. Il ministro della Giustizia Jardim ha confermato che l’ex terrorista verrà consegnato alle autorità italiane.


Gli studenti sono scesi in piazza in varie città italiane contro l’alternanza scuola-lavoro e per il diritto allo studio.


Vietata la “Marcia su Roma” organizzata da Forza Nuova e prevista per il 28 ottobre all’Eur. A stabilirlo è stato il Questore di Roma.


AgCom valuta se separare le reti Tim e conferirle in una società controllata al 100 per cento. La societarizzazione potrebbe avvenire entro l’anno.


Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,07 per cento. Differenziale Btp-Bund a 165,80 punti. L’euro chiude in calo a 1,18 sul dollaro.

   

DAL MONDO 

   

Juncker: “Non voglio una catalogna indipendente”. Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha spiegato di non volere “un’Europa con 98 stati” e ha rifiutato di mediare con i secessionisti a meno che non venga richiesto da Mariano Rajoy. Due partiti del fronte indipendentista catalano, la Cup e la Erc, hanno chiesto ufficialmente al governatore Carles Puigdemont di dichiarare l’indipendenza in maniera definitiva.


Netanyahu: “Trump ha avuto coraggio” a de-certificare l’accordo nucleare iraniano. Il premier israeliano ha accolto con favore il discorso di Donald Trump.


Autorizzato l’acquisto di Abertis da parte di Atlantia. La Commissione europea ha approvato l’accordo che creerà il più grande gestore autostradale del mondo. “Il mercato europeo rimarrà competitivo”, ha detto la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager


Le autorità curde rinforzano Kirkuk. Migliaia di uomini sono stati inviati a difesa della città, che i curdi ritengono minacciata dall’esercito iracheno.


L’uragano Ophelia si rafforza. Ora è di categoria due, con venti fino a 168 chilometri orari. Nel fine settimana potrebbe colpire le coste dell’Europa occidentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi