Gli emendamenti al Rosatellum e le ritorsioni irachene contro i curdi. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Gli emendamenti al Rosatellum e le ritorsioni irachene contro i curdi. Le notizie del giorno, in breve

Sono Stati depositati 321 emendamenti al Rosatellum 2.0 in commissione Affari costituzionali della Camera. Il Movimento 5 stelle ne ha presentati 39. Uno di questi prevede che non possa essere indicato come “capo della forza politica chi, in base alle leggi vigenti, non possa essere candidato o non possa comunque ricoprire la carica di deputato. Questo emendamento escluderebbe Silvio Berlusconi, incandidabile secondo la legge Severino. Martedì la legge elettorale verrà votata in commissione.

 

Credit Agricole compra gli istituti in crisi. Sottoscritto un accordo quadro con il Fondo interbancario di tutela dei depositi per l’acquisto di Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Rimini e la Cassa di Risparmio di San Miniato, con una partecipazione del 95,3 per cento.

 

A Torino proteste contro il G7 lavoro. Venerdì ci sono stati alcuni scontri tra manifestanti e polizia. La riunione con i ministri si terrà domani presso la Reggia di Venaria, tra imponenti misure di sicurezza.

  

“Più politiche ambiziose in Europa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a Tallinn durante l’incontro bilaterale con Angela Merkel.

 

In Italia l’inflazione rallenta a settembre per effetto dalla correzione delle tariffe del trasporto aereo e dei servizi ricreativi Non ci sono segnali di pressione sui prezzi.

  

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,4 per cento. Differenziale Btp-Bund a 171 punti. L’euro chiude in lieve rialzo a 1,18 sul dollaro.

 


  

NEL MONDO

 


 

Washington valuta una limitazione dei visti per Cuba. Il dipartimento di stato degli Stati Uniti ha deciso di ritirare più della metà del personale dell’ambasciata a Cuba e sta valutando di non rilasciare più visti turistici ai cittadini americani per motivi sanitari. Negli ultimi mesi, infatti, il segretario di stato Rex Tillerson aveva parlato di possibili attacchi ai cittadini americani. Ancora ignota la fonte.

 

Lo Stato islamico ha ucciso 73 soldati dell’esercito regolare siriano a sud della città di al Soukhna, nella provincia di Homs, al centro del paese. L’attacco è avvenuto il giorno del rilascio dell’audio del Califfo Abu Bakr al Baghdadi.

 

Gerhard Schröder è il nuovo presidente di Rosnef. Dopo essere entrato nel consiglio di amministrazione, l’ex cancelliere tedesco è stato nominato alla guida del colosso petrolifero statale russo.

 

L’economia britannica cresce meno del previsto. Dopo un’ampia revisione delle statistiche da parte dell’Ufficio nazionale di statistica britannico, le stime di crescita sono state tagliate dall’1,7 per cento all’1,5 per cento.

 

Bloccati gli aeroporti curdi da parte del governo iracheno. Baghdad ha chiuso gli aeroporti di Erbil e Sulaimaniyah, le due principali città del Kurdistan iracheno, come sanzione per il referendum indipendentista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi