La multa al direttore degli Uffizi e il discorso di Draghi a Dublino. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

La multa al direttore degli Uffizi e il discorso di Draghi a Dublino. Le notizie del giorno, in breve

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt con la duchessa di Cornovaglia (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

    

L’Istat corregge al rialzo la crescita nel biennio 2015-2016 confermando l’aumento già calcolato del pil nel 2016 (più 0,9 per cento), e aumentando di due decimali il dato relativo al 2015, fissato ora a più 1 per cento. La crescita ha permesso di ridurre dello 0,6 per cento il debito pubblico, sceso al 132 per cento del pil nel 2016; peggiora invece lievemente il dato del deficit, pari a meno 2,5 per cento nello scorso anno (da meno 2,4).

Nei primi sette mesi del 2017 il saldo tra assunzioni e licenziamenti nel settore privato, secondo l’Inps, è stato pari a più 1.073.000, superiore a quello dello stesso periodo nel 2015 e 2016.


  

Il direttore degli Uffizi è stato multato per la seconda volta dal comune di Firenze per per aver diffuso senza autorizzazione, nella primavera del 2016, messaggi antibagarinaggio con altoparlanti installati nel loggiato del museo.


   

Unicredit non punta a Commerzbank, fanno sapere i vertici della banca smentendo le indiscrezioni dei giorni scorsi. “E’ una bufala”, dice il vicepresidente Calandra. Non sono previste acquisizioni, aggiunge l’ad Mustier.


  

Il rincaro dei costi dei contratti a tempo è una misura allo studio del governo, intenzionato ad incentivare le assunzioni stabili.


  

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,17 per cento. Differenziale Btp-Bund a 171,80. L’euro chiude in rialzo a 1,19 sul dollaro.

  

DAL MONDO

  

I manifestanti catalani sono stati denunciati per sedizione. La procura generale dello stato spagnolo ha aperto un’inchiesta contro chi è sceso in piazza per sostenere l’indipendenza della regione autonoma. Un tribunale di Barcellona ha concesso la libertà provvisoria a sei dei quattordici dirigenti dell’amministrazione della regione arrestati nei giorni scorsi.


    

McCain contro la Graham-Cassidy. Il senatore repubblicano ha annunciato che non voterà l’abrogazione dell’Obamacare, probabilmente compromettendo la possibilità per i repubblicani di modificare la legge. “La mia coscienza mi impedisce di votare per questa proposta”, ha detto.


   
La Corea del nord ha minacciato di testare una bomba all’idrogeno nell’oceano Pacifico. La minaccia arriva dopo l’approvazione di nuove sanzioni contro Pyongyang. In un discorso televisivo, Kim Jong-un ha definito Trump “mentalmente deviato”.


 

I giovani non vogliono sussidi economici, dice Draghi. Il presidente della Bce ha parlato agli studenti del Trinity College di Dublino, e ha detto che l’Europa dovrebbe concentrarsi sulla protezione delle persone e non dei posti di lavoro.


  
Almeno 13 morti a Porto Rico per l’uragano Maria. La tempesta sta colpendo duramente l’isola mentre in Dominica, dove sono morte almeno 15 persone, la situazione è in miglioramento e stanno arrivando i primi aiuti umanitari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi