Ipotesi su Foggia

Cosa non funziona nel contrasto militare contro la criminalità pugliese. Errori da non rifare

Ipotesi su Foggia
Il 18 novembre 2010, fra Vieste e Peschici sono sequestrati due fratelli, Giovanni e Martino Piscopo, titolari di un villaggio turistico. I loro corpi vengono trovati carbonizzati dopo dieci giorni, con segni di torture: le indagini accerteranno che l’esecuzione dipende da sgarbi a un capo bastone del luogo dei due sventurati imprenditori. Dopo il rinvenimento dei cadaveri la polizia giudiziaria, seguendo una consueta modalità di indagine alla ricerca di tracce dei responsabili, mette sotto controllo un gran numero di telefoni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi