Raoul Bova condannato a un anno e mezzo per reati fiscali

"Mediante artifici", tra il 2005 e il 2011 l'attore avrebbe evaso circa 700mila euro. Concesse la non menzione e la sospensione della pena

Raoul Bova

Foto LaPresse

Raoul Bova è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione per evasione fiscale. La sentenza è del giudice monocratico del tribunale di Roma, che ha concesso all'attore la non menzione e la sospensione della pena. Bova, 45 anni, era finito a processo per “dichiarazione fraudolenta mediante artifici”: secondo i pm, avrebbe trasferito alcuni costi alla società che gestisce la sua immagine, la Sammarco srl, per pagare un'aliquota iva più bassa. In questo modo, il tra il 2005 e il 2011 avrebbe evaso circa 700mila euro.
 

Per Bova, difeso dall'avvocato Giulia Bongiorno, la procura aveva chiesto la pena di un anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi