Carlo Sibilia scrive un post contro la Lorenzin. Lei lo querela

Il deputato grillino su Facebook: "Chissà se un giorno verremo a sapere quanti rolex ha ricevuto il ministro per scrivere questo decreto irricevibile?". Cortocircuito tra i grillini 

Contro i vaccini

Carlo Sibilia

Il movimento 5 stelle non è contro i vaccini, diceva Grillo qualche mese fa, però la polemica anti vax trova spesso spazio nelle posizioni espresse dai politici grillini. L'ultima è quella che il deputato Carlo Sibilia ha scritto su Facebook: “Il vaccino obbligatorio e immediato deve essere quello contro la follia del ministro della Salute Lorenzin” - ha detto Sibilia - “Chissà se un giorno verremo a sapere quanti rolex ha ricevuto il ministro per scrivere questo decreto irricevibile?". Alla dichiarazione del deputato grillino è subito seguita la risposta di Beatrice Lorenzin, che ha dato mandato ai suoi legali di querelare Sibilia. 

     

   

Il commento di Sibilia arriva il giorno dopo la firma, da parte del presidente Sergio Mattarella, del decreto che introduce le vaccinazioni obbligatorie nelle scuole. "La coercizione su 12 vaccini, numero senza precedenti in Europa, è senza senso – continua Sibilia – in Italia non c'è nessuna emergenza epidemiologica in corso per giustificare tutti questi vaccinati obbligati. Ci trattano come incoscienti”. E promette: “Questo decreto sarà una delle tante fesserie fatte dal governo Renzi che cancelleremo appena al governo". 

     

Sibilia "risponderà di queste dichiarazioni di fronte alla magistratura penale e civile competente", ha detto la Lorenzin in una nota. "Sul piano del merito tutto ciò dimostra come il movimento 5 Stelle faccia finta di essere a favore dei vaccini ma nella realtà li avversi in tutti i modi - continua la nota del ministro - facendo il controcanto ai no vax, dimostrando cosa la totale inadeguatezza a misurarsi sui temi scientifici e a candidarsi a governare i processi a tutela della salute pubblica". 

     

Una posizione, quella del movimento sui vaccini, che confonde anche gli stessi iscritti. Tanto che anche le dichiarazioni del deputato non hanno ricevuto molti sostegni tra i suoi follower. Se ieri sotto il video della conferenza stampa in cui la Lorenzin spiegava le novità introdotte dal decreto si scatenava la più becera polemica anti-vax, oggi i commentatori di Sibila sono più moderati e, soprattutto, spiazzati: ma il movimento 5 stelle non aveva detto di non essere contro i vaccini? 

   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    08 Giugno 2017 - 22:10

    L'obbligatorietà di 12 vaccini è tale per via di quella massa di analfabeti funzionali, esistente appunto solo in Italia, che seguono in gregge un pagliaccio bollito e questo teppistello di periferia.

    Report

    Rispondi

Servizi