Il tifoso scagionato a Torino e la testimonianza di Comey sul Russiagate. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo lunedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Il tifoso scagionato a Torino e la testimonianza di Comey sul Russiagate. Le notizie del giorno, in breve

LaPresse/Claudio Furlan

DALL'ITALIA

    

Scagionato il tifoso accusato per i fatti di Torino. Era accusato di procurato allarme per i fatti avvenuti sabato scorso a Torino in piazza San Carlo durante la proiezione della partita di Champions League. Alla procura di Torino è stato aperto un procedimento penale a carico di ignoti per lesioni plurime “anche gravissime” ed eventuali “omissioni”.


“Se non ci sono i requisiti di sicurezza non si può fare un evento”, ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti


Domani la legge elettorale in Aula. Oggi la commissione Affari costituzionali della Camera ha approvato il testo del relatore Emanuele Fiano.


La scarcerazione di Riina è possibile. Lo ha detto oggi la Cassazione, perché il “diritto a morire dignitosamente” va assicurato a ogni detenuto. L’istanza, finora sempre respinta, torna ora quindi al tribunale di Bologna.


Incendio di Centocelle. Serif Seferovic, l’uomo indiziato di essere l’autore del rogo di Centocelle a Roma, è stato rilasciato per mancanza di gravi indizi di colpevolezza.


Borsa di Milano. FtseMib -0,9 per cento. Differenziale tra Btp-Bund a 197 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,12 sul dollaro.

      

DAL MONDO

Identificati due attentatori di Londra. Khuram Butt, 27 anni nato in Pakistan e cittadino britannico, e Rachid Redouane, 30 anni di origini marocco-libiche, sono stati identificati dalle autorità inglesi come due dei tre uomini che hanno ucciso sette persone (48 feriti) a Londra sabato sera. I due erano conosciuti dalle autorità, Butt faceva parte di un gruppo terroristico bandito nel Regno Unito, il network Muhajiroun.


Verso Raqqa. Domani le forze curdo-arabe che assediano Raqqa annunceranno la data del via all’operazione militare per liberare la città, capitale dell’Isis in Siria.


Trump non blocca la testimonianza Fbi. Il presidente americano non eserciterà la prerogativa che gli avrebbe consentito di bloccare la deposizione al Congresso dell’ex direttore dell’Fbi, James Comey, sulle indagini che riguardano i rapporti tra Russia e Amministrazione Trump.


Berlino ritira le truppe da Incirlik per disaccordi con il governo turco.


Enel venderà una centrale alla Russia. L’azienda italiana ha annunciato l’intenzione di vendere la centrale a carbone di Reftinskaya alla Russia nel 2017.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi