La 'ndrangheta controlla il centro d'accoglienza più grande d'Europa, dice la polizia

Secondo l'accusa la cosca degli Arena ha gestito per dieci anni i servizi in appalto del Cara di Sant'Anna, sottraendo 36 milioni ai soldi destinati ai migranti. Oggi in Calabria sono state arrestate 68 persone 

La 'ndrangheta controlla il centro d'accoglienza più grande d'Europa, dice la polizia

Avrebbero fatto affari per più di dieci anni gestendo il più grande centro di accoglienza per richiedenti asilo d'Europa, quello di Sant'Anna, a Crotone. La cosca degli Arena, un'importante famiglia della 'ndrangheta calabrese, avrebbe lucrato sull'accoglienza dei migranti grazie alla collusione con esponenti della Fraternità di Misericordia, la confraternita che gestisce il centro. Con queste accuse sono state arrestate in mattinata 68 persone, nell'ambito di un'operazione coordinata dalla procura di Catanzaro che ha emesso altrettanti provvedimenti di fermo per associazione mafiosa, estorsione, porto d'armi, frode, malversazione ai danni dello Stato e truffa aggravata. 

     

Secondo gli investigatori un ruolo chiave lo avrebbe ricoperto Leonardo Sacco, governatore della Misericordia arrestato questa mattina, che ha permesso ad alcune imprese create ad hoc di aggiudicarsi gli appalti indetti dalla Prefettura di Crotone per le forniture dei servizi di ristorazione presso il Cara di Isola di Capo Rizzuto. La cosca potrebbe aver trattenuto più di un terzo dei soldi che il ministero degli Interni destinava al centro di accoglienza negli ultimi dieci anni, dal 2006 al 2015: si tratterebbe di 36 milioni di euro rubati su 103 milioni di euro.

     

Tra gli arrestati c'è anche un parroco, Edoardo Scordio, che avrebbe ricevuto 132mila euro solo nel 2017 a titolo di contributo per aver prestato “servizi spirituali” nei confronti dei richiedenti asilo. Indagato anche il sindaco di Isola Capo Rizzuto, Gianluca Bruno, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. L'operazione ha impegnato 500 uomini di polizia, carabinieri e guardia di Finanza e ha portato anche al sequestro preventivo di 84 milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi