La conferma della condanna a Schettino e il ritorno dell'ebola. Le notizie del giorno in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

La conferma della condanna a Schettino e il ritorno dell'ebola. Le notizie del giorno in breve

DALL'ITALIA

 


 

Un ordigno è esploso a Roma nei pressi di un ufficio postale. La detonazione in via Marmorata, zona Testaccio. Non ci sono state vittime, né feriti. La polizia ritiene si sia trattato di un atto dimostrativo e, anche se “non si esclude nulla”, propenderebbe per la pista anarchica. La scorsa settimana un’esplosione simile in via Laurentina. 

  


 

Confermata la condanna di Schettino. L’ex comandante della Costa Concordia ora andrà in carcere. Lo ha stabilito la Cassazione che ha confermato la condanna a sedici anni. Il 13 gennaio 2012 la Costa Concordia era naufragata all’Isola del Giglio.

 


 

In Cdm il decreto sui vaccini obbligatori. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha annunciato per la settimana prossima un dl che renderà obbligatorie alcune vaccinazioni per gli alunni delle scuole .

 


  

Multa Antitrust per WhatsApp: 3 milioni. La società avrebbe “indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare i nuovi termini di utilizzo” in modo ingannevole.

 


  

Polemiche per le parole di Serracchiani. Il governatore del Friuli-Venezia-Giulia aveva detto che “uno stupro è più odioso se compiuto da un profugo”. Roberto Saviano: “Roba da leghisti”. Lei: “Solo buon senso”.

 


 

Fininvest ha acquistato azioni Mediaset. Tra aprile e maggio la holding della famiglia Berlusconi ha acquistato azioni per 55 milioni di euro. Si tratta di una mossa difensiva dopo il tentativo di scalata su Mediaset da parte della francese Vivendi.

 


  

Borsa di Milano. FtseMib +0,43 per cento. Differenziale Btp-Bund a 185 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,09 sul dollaro.

 


  

DAL MONDO

 


  

Cyberattacco il 12 paesi, tra Europa, Stati Uniti e Asia. Il sistema sanitario nazionale del Regno Unito è andato nel pallone, impedendo ai medici di accedere alle cartelle cliniche dei pazienti. L’attacco sarebbe stato portato attraverso “Ransomware”, un sistema che blocca i computer obbligando a effettuare pagamenti tramite bitcoin. Secondo diversi esperti il malware avrebbe sfruttato una falla virtuale scoperta e sviluppata dalla National security agency americana.

 


 

America e Cina stringendo un accordo commerciale che riguarda cibo, gas e finanza. La Cina si apre alle agenzie di rating americane e in cambio ottiene di poter esportare carne e servizi bancari.

 


 

In Congo c’è un nuovo allarme ebola. Lo ha dichiarato l’Organizzazione mondiale della sanità (Who) dopo che il ministero della Salute ha rilevato un caso clinico di morte da ebola. L’ultimo risaliva al 2014.

 


 

Attentato dell’Isis a un senatore pachistano nella provincia del Balochistan. Il vicepresidente della Camera alta del Pakistan aveva appena visitato una scuola. L’esplosione ha causato 25 morti e più di 40 feriti.

 


 

Crisi di governo in Austria, dove domenica si vota per il nuovo leader del Partito popolare. Sebastian Kurz, ministro degli Esteri e candidato in pectore, ha detto che non crede la grande coalizione di governo possa durare ancora a lungo.

  


 

“Imperativo lo sgravio del debito greco”,ha detto il direttore del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, commentando la situazione economica greca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi