Indagato l'amministratore della Eco X per l'incendio di Pomezia

L'ipotesi di reato per Antonio Buongiovanni è "incendio e inquinamento colposo". Intanto proseguono gli accertamenti: niente idrocarburi su ortaggi e foraggi e valori di Pm10 nella norma 

Incendio Exo X Pomezia

Foto LaPresse

L'amministratore unico della Eco X Antonio Buongiovanni è “iscritto nel registro degli indagati per incendio e inquinamento colposo” dopo il rogo di venerdì scorso nell'impianto per lo stoccaggio di rifiuti a Pomezia. Lo ha annunciato il procuratore di Velletri Francesco Prete. L'azienda era già stata sanzionata nel 2012 perché non in regola con le certificazioni antincendio e a distanza di cinque anni questa situazione potrebbe non essere cambiata.

      

“Stiamo valutando la quantità e la tipologia di materiali che erano ammassati nell'azienda e la posizione di altre persone”, ha aggiunto Prete, secondo cui “le cause dell'incendio sono ancora ignote e non ci sono elementi per parlare di dolo, ma l'innesco è avvenuto all'esterno dei due capannoni, dov'era accatastata un'ingente mole di rifiuti. Le indagini sono ancora in corso”.

     

Per il ministro Lorenzin non c'è amianto nell'aria di Pomezia

Il ministro della Salute e la Regione Lazio scongiurano la presenza di amianto, mentre per la diossina bisogna attendere domani. Ma l'Asl chiede una bonifica al sindaco

     

Nel frattempo il comune di Pomezia fa sapere che “l'Asl Rm6 ha pubblicato i primi esiti del piano di monitoraggio dell'Istituto zooprofilattico sperimentale su ortaggi e foraggi destinati al consumo umano e/o animale che non rilevano presenza di idrocarburi sui campioni prelevati a Pomezia nelle vicinanze del luogo dell'incendio”. Quanto alla situazione sull'inquinamento dell'aria, i dati dell'Arpa rilevano che i valori sono ritornati pienamente nella norma - dopo un picco di 373 ug/m3 registrato domenica scorsa - attestandosi a 39 ug/m3 nella giornata di ieri. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi