S&P conferma il rating dell'Italia e gli studenti universitari armati in Georgia. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

S&P conferma il rating dell'Italia e gli studenti universitari armati in Georgia. Le notizie del giorno, in breve

foto LaPresse

In Italia

 

Enorme incendio in un deposito di plastica a sud di Roma. Lo stabilimento Eco X a Pomezia ha preso fuoco nella mattinata di oggi e ha continuato a bruciare fino a sera. La nube di fumo nero sprigionatasi ha costretto all’evacuazione gli abitanti della zona. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha invitato gli abitanti di 21 comuni a non aprire le finestre per non fare entrare il fumo nero tossico.

 


 

Arrestati 5 funzionari Enel della centrale di Brindisi. L’accusa è di corruzione: avrebbero intascato tangenti del 5 per cento sugli appalti in cambio di informazioni per vincerli.

 


I nostri titoli di stato non sono spazzatura. A dirlo è Standard & Poors, agenzia di rating americana, che conferma il giudizio “BBB-”, con outlook stabile.

 


 

Giuseppe Recchi è il presidente di Tim. Lo ha nominato il nuovo cda riunitosi ieri per la prima volta. Il ceo di Vivendi, Arnaud Roy de Puyfontaine, è stato nominato vicepresidente del gruppo.

 


 

Rimane in comunità la ragazza islamica rasata dalla madre perché non voleva indossare il velo. Il tribunale di Bologna ha confermato la decisione di tenerla lontana dalla famiglia.

 


 

Utile netto in crescita per Italgas: +16,1 per cento nel primo trimestre. I ricavi totali dell’azienda aumentano di 281 milioni di euro (+9.8 per cento).

 


 

Borsa di Milano. FtseMib + 1,48 per cento. Differenziale Btp-Bund a 175 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,09 sul dollaro.

 


 

Nel mondo

 

Pyongyang accusa la Cia di complotto contro Kim Jong-un. Secondo le autorità nordcoreane l’agenzia d’intelligence americana avrebbe cospirato, insieme alla sua analoga sudcoreana, per uccidere il leader supremo del paese. L’attentato, progettato con un “cittadino corrotto di nome Kim”, si sarebbe dovuto svolgere con armi chimiche non meglio specificate nel corso di un evento pubblico.

Il presidente americano, Donald Trump, ha incontrato il primo ministro australiano, Malcolm Turnbull, a New York. Trump ha definito la relazione tra Canberra e Washington “fantastica”.

 


 

Ucciso un marine americano in Somalia, nel corso di un’operazione congiunta con le forze somale contro i ribelli islamisti di al Shabaab, legati ad al Qaida. Altri due marine sono rimasti feriti.

 


 

“L’inglese sta perdendo importanza”. Così il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha motivato la sua decisione di pronunciare in francese il suo discorso alla conferenza sullo stato dell’Unione, a Firenze.

  


 

In Georgia si potrà girare armati nelle università pubbliche. Lo stabilisce una legge firmata ieri dal governatore dello stato, il repubblicano Nathan Deal. Le armi, però, non dovranno essere tenute in vista.

 


 

Condannati otto jihadisti in Brasile per aver preparato attacchi terroristici nel corso delle olimpiadi del 2016 e aver fatto propaganda islamista online.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi