Incendio di Pomezia, "fiamme sotto controllo". Ma l'allerta resta alta

Ancora al lavoro 37 vigili del fuoco e 12 mezzi antincendio. Virginia Raggi, sindaco della città metropolitana, invita a tenere chiuse le finestre in 21 comuni

Incendio di Pomezia, "fiamme sotto controllo". Ma l'allerta resta alta

Foto LaPresse

“Fiamme sotto controllo”, annunciavano alle 18 i vigili del fuoco, spiegando che per l'incendio di Pomezia sono ancora al lavoro 37 persone e 12 mezzi antincendio. L'enorme rogo è divampato questa mattina sulla via Pontina vecchia al chilometro 33, più precisamente all'interno della ditta Eco X, un sito di stoccaggio di plastiche, carta e rifiuti speciali.

A preoccupare è soprattutto la densa colonna di fumo distintamente visibile da Pomezia ad Aprilia, nella zona dei Castelli Romani e anche a Ostia.

Il sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha firmato un'ordinanza per la chiusura di scuole e negozi, mentre Virginia Raggi seguendo le indicazioni dell'Azienda sanitaria Rm6 ha invitato “i cittadini dei comuni di Nettuno, Anzio, Pomezia, Ardea, Velletri, Lavinio, Lanuvio, Genzano, Albano laziale, Ariccia, Nemi, Castel Gandolfo, Marino, Ciampino, Frascati, Grottaferrata, Rocca di Papa, Rocca Priora, Montecompatri, Monte Porzio Catone e Colonna a tenere chiuse le finestre delle abitazioni, scuole, uffici, strutture sanitarie e socio-assistenziali, limitare gli spostamenti se non strettamente necessari e nei prossimi giorni di lavare con accuratezza frutta e verdura, come prescritto e indicato dalla struttura sanitaria”. Raggi ha aggiunto che sarà mantenuto “uno stretto contatto anche con l'Arpa (l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, ndr), alla quale abbiamo chiesto un monitoraggio della situazione e relativi aggiornamenti con intervalli di due ore”. L'allerta per la nube tossica resta alta anche se “i fumi non si sono dispersi su Roma, per cui al momento non abbiamo situazioni di criticità in città”.

 

Le autorità hanno vietato tutti gli eventi programmati all'aperto, a cominciare dalla manifestazioni sportive. Per quanto riguarda coltivazioni e raccolta di ortaggi, il consumo e la trasformazione dovranno avvenire “solo dopo accurato lavaggio con acqua potabile. In caso di allevamento di animali deve essere vietato il pascolo di animali da reddito e ove possibile gli animali devono essere mantenuti al chiuso”. Mauro Buschini, assessore regionale ai Rapporti con il consiglio, ambiente e rifiuti, in una nota assicura che “la situazione è sotto controllo” e che “è in atto uno studio dei venti per verificare i luoghi di possibile ricaduta degli inquinanti in modo da concentrare in tali aree le verifiche su suolo e acque. Per lo studio di possibili variazioni sulla qualità dell'aria i tecnici Arpa stanno posizionando campionatori mobili nei pressi dell'incendio e nei tempi tecnici necessari saranno comunicate tutte le risultanze”. 

 

"Voglio ringraziare i vigili del fuoco che sono intervenuti sul posto. Si tratta di un incidente molto grave. Gli uffici dell'Arpa, con le centraline, si sono immediatamente attivati e sono sul posto per monitorare la qualità dell'aria, anche studiando il flusso dei venti nelle prossime ore”, ha detto il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi