L'assassino di Cleveland si è suicidato

Gli agenti lo hanno avvistato e inseguito nella contea di Erie, ma Steve Stephens si è sparato prima di essere raggiunto dalla polizia 

L'assassino di Cleveland si è suicidato

Steve Stephens era ricercato da ieri per aver ucciso un uomo a Cleveland e aver postato il video dell'omicidio in diretta Facebook. La polizia della Pennsylvania ha fatto sapere che l'uomo è morto. Avvistato dagli agenti nella contea di Erie, il trentasettenne si è ucciso sparandosi dopo un breve inseguimento.

Stephens aveva confessato in diretta Facebook di aver commesso una lunga serie di omicidi, di cui quello ieri era solo l'ultimo. Su di lui pendeva una taglia da 50mila euro in cinque Stati americani. 

 

Il sindaco di Cleveland Frank Jackson ha detto in una conferenza stampa che "la ricerca di Steve Stephens può dirsi conclusa". Il capo della della polizia della Pennsylvania, Calvin Williams, ha riferito che la polizia ha ricevuto una segnalazione sull'uomo poco dopo le undici del mattino. La Ford bianca del sospettato era stata avvistata nel parcheggio di un McDonald nella città di Erie. Dopo un breve inseguimento in auto, Steve Stephens si è fermato e si è tolto la vita con la sua pistola. Stephens era stato aggiunto dall'Fbi alla lista dei dieci uomini più ricercati d'America. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi