L'Antitrust contro tre banche e la confessione dell’attentatore di Stoccolma. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo martedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Attentato a Stoccolma, l'uomo fermato potrebbe essere l'autista del camion

Il camion usato per l'attentato (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

  

Il Mef vorrebbe trasferire società partecipate a Cdp per ridurre il debito pubblico del paese. Lo riferisce a Reuters una fonte a conoscenza dell’operazione, il ministero non commenta. Il piano allo studio, chiamato Capricorno, riguarda partecipazioni per un valore di almeno 20 miliardi di euro. Cdp finanzierà l’acquisizione con l’emissione di azioni privilegiate per poi cederle a investitori istituzionali che avrebbero un dividendo particolarmente vantaggioso.
Il governo ha approvato il Def: al pubblico impiego saranno destinati altri 2,8 miliardi di euro. La crescita del pil è stata rivista in rialzo all’1,1 per cento.


Mattarella è in visita ufficiale a Mosca. Incontrando Putin, il capo dello stato ha auspicato “una maggiore collaborazione e un coordinamento contro il terrorismo” tra Italia e Russia.


L’Antitrust contro tre banche accusate di aver “ripetutamente” violato il divieto di anatocismo, cioè aver praticato interessi su interessi. Bnl, Intesa e Unicredit avrebbero messo in atto pratiche aggressive per indurre clienti ad accettare addebiti.


Arrestato mentre prende una tangente il direttore dell’Agenzia delle entrate di Genova, Walter Pardini. L’uomo è accusato di corruzione. Con lui sono state arrestate altre tre persone.


Borsa di Milano. FtseMib -0,46 per cento. Differenziale Btp-Bund a 206 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,06 sul dollaro.

    

DAL MONDO

 

Tre scoppi davanti al bus del Borussia Dortmund hanno provocato la sospensione della partita di Champions League che la squadra avrebbe dovuto giocare contro il Monaco ieri. Il giocatore Marc Bartra è rimasto ferito da schegge di vetro in maniera lieve. Gli altri giocatori sono stati messi in sicurezza. Al momento in cui questo giornale va in stampa non si conosce la natura dell’atto.


Eutanasia infantile senza consenso dei genitori: l’Alta Corte britannica ha stabilito che i medici potranno decidere se staccare la spina a un bimbo di sette mesi ritenuto senza speranza perché affetto da una rara patologia. I genitori sono contrari.


Confessa l’attentatore di Stoccolma. L’avvocato di Rakhmat Akilov, l’uzbeko sospettato di essere il responsabile dell’attacco terroristico della settimana scorsa in Svezia, ha detto che il suo cliente è pronto alla detenzione.


“Dalla Turchia segnali preoccupanti”, ha detto il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble: se dovesse passare il referendum dal presidente, Recep Tayyip Erdogan, c’è il rischio che la Turchia diventi una dittatura di fatto.


In Libia c’è un mercato di schiavi. Lo denuncia l’Organizzazione internazionale per la migrazione (Iom). I migranti che tentano di raggiungere l’Europa vengono venduti a prezzi diversi a seconda delle proprie capacità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi