Un uomo è stato ingoiato da un pitone in Indonesia

Il corpo di un giovane contadino è stato ritrovato all'interno di un serpente di 7 metri nella foresta sull'isola di Sulawesi

Un contadino indonesiano di 25 anni è stato ucciso e ingoiato da un pitone reticolato di sette metri nella foresta sull'isola di Sulawesi. In un macabro video pubblicato dal sito Tribun Timur, si vedono i presenti strillare e puntare delle torce sulla carcassa del serpente, che viene aperta con un machete fino a rivelare il corpo di Akbar, il giovane lavoratore in una piantagione di olio di palma che era scomparso domenica. "Quando abbiamo tagliato lo stomaco, abbiamo visto uno stivale e le gambe vicino al collo", ha spiegato ad Associated Press Junaedi, il segretario di Salubiro. "Sembra che sia stato attaccato da dietro, perché abbiamo trovato una ferita sulla sua schiena", ha concluso. Mercoledì il gruppo di ricerca ha trovato "dei frutti di palma da olio, un attrezzo per la raccolta e uno stivale sparpagliati" e, poco lontano, un pitone reticolato di sette metri, ha scritto Associated Press.

 

Il pitone reticolato è uno dei due serpenti più grandi al mondo, secondo solo all'anaconda verde. La loro dieta naturale comprende mammiferi di piccole e medie dimensioni e, occasionalmente, uccelli. Gli individui più grandi possono cibarsi anche di primati e maiali. Vicino alle abitazioni umane, sono noti per catturare pollame, gatti e occasionalmente cani. In genere i serpenti sembrano in grado di inghiottire prede fino a un quarto della propria lunghezza e peso. Gli attacchi contro gli esseri umani sono rari, ma questa specie è ritenuta responsabile di diversi decessi. Gli ultimi due, in termini di tempo, sarebbero avvenuti negli Stati Uniti e si tratterebbe di serpenti tenuti in cattività: il 23 ottobre 2008 Amanda Ruth Black una donna di 25 anni della Virginia, sembra sia stata uccisa da un pitone di 4 metri che possedeva come animale domestico. La causa apparente della morte sarebbe per asfissia. Il 21 gennaio 2009, a Las Vegas, un bambino di tre anni è stato avvolto nelle spire di un animale di 5,5 metri. La madre ha salvato il bambino ferendo il pitone con un coltello. Il serpente è poi morto a causa delle ferite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    02 Aprile 2017 - 13:01

    Dove si dimostra che i pitoni sono più pericolosi per l'uomo rispetto all'olio di palma, e che la Natura con la N maiuscola, nelle piantagioni di palme, va a gonfie vele facendo il suo corso. Questo è ciò che fa notizia, ancor più del caso di scuola dell'uomo che avesse ingoiato il pitone.

    Report

    Rispondi

Servizi