Stop al business plan di Alitalia e Juppè non si candida. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo lunedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Stop al business plan di Alitalia e Juppè non si candida. Le notizie del giorno, in breve

L'ad di Alitalia, Cramer Ball (Foto LaPresse)

In Italia

 

Presentate due offerte di acquisto nell’asta per l’Ilva. La prima cordata, a guida Arcelor Mittal, vuole inserire lo stabilimento in un contesto multinazionale. La cordata di Cdp, Arvedi e Leonardo Del Vecchio, invece, vuole coniugare attività tradizionali con attività di mercati diversi e alternativi. Ora spetta al governo decidere quale dei due business plan offra le migliori prospettive economiche per il territorio.

 


 

Bloccato il business plan di Alitalia presentato dall’ad Cramer Ball. Unicredit e Intesa Sanpaolo, le banche azioniste, hanno contestato il mancato raggiungimento dell’equilibrio di bilancio. La società chiuderà il 2017 con una perdita di gestione di 650 milioni di euro.

 


 

“Rilocalizzare i call-centre in Italia creerebbe 20 mila posti di lavoro”, ha detto Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, annunciando l’intenzione di stabilire un tetto del 20 per cento alle attività promozionali telefoniche da svolgersi legalmente all’estero.

 


 

Luca Montuori nominato assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici del Comune di Roma. Architetto, sostituisce Paolo Berdini, dimessosi a febbraio in seguito alle polemiche col sindaco Raggi.

 


Borsa di Milano. FtseMib -1,09 per cento. Differenziale Btp-Bund a 180 punti. L’euro chiude in calo a 1,06 sul dollaro.

 


 

Nel mondo 

 

Colloquio telefonico tra Donald Trump e Bibi Netanyahu. Il presidente americano e il premier israeliano hanno discusso le minacce di antisemitismo crescente negli Stati Uniti e i pericoli connessi all’accordo nucleare con l’Iran. Domani il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Liberman, incontra a Washington il vicepresidente Mike Pence e il segretario di stato Rex Tillerson.

 


“E’ per motivi di sicurezza”, ha detto Jeff Sessions, procuratore generale degli Stati Uniti, sul nuovo ordine esecutivo del presidente Trump che per 90 giorni vieta l’ingresso ai cittadini di sei paesi a maggioranza musulmana. “300 persone entrate nel paese come ‘rifugiati’ sono indagate dall’Fbi per atti terroristici”

 


Alain Juppè non sostituirà Fillon nella corsa all’Eliseo. Lo ha annunciato dichiarando che “è troppo tardi per riunire il popolo” del centrodestra.

 


Peugeot-Citroën compra Opel-Vauxhall per 2.2 miliardi di euro. Il gruppo francese Psa diventa così la seconda casa automobilistica europea dopo Volkswagen. 

  


 

Rigettato il ricorso di un ragazzo trans americano che ha fatto causa alla scuola dove non può usare i bagni maschili. La Corte Suprema ha passato il caso a un tribunale di grado inferiore dopo l’ordine esecutivo di Trump sulla questione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi