La disoccupazione giovanile in Italia e il servizio militare in Svezia. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo giovedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

 

La disoccupazione giovanile in Italia e il servizio militare in Svezia. Le notizie del giorno, in breve

Foto di appsforeurope via Flickr

DALL'ITALIA

 

Denis Verdini è stato condannato a 9 anni di carcere per il crac del Credito cooperativo fiorentino. La richiesta iniziale dei giudici era di 11 anni. La sentenza, di primo grado, riguarda anche il deputato di Ala Massimo Parisi (2 anni e 6 mesi) e i costruttori Riccardo Fusi e Roberto Bartolomei (5 anni e 6 mesi). Tutti prosciolti, invece, dall’accusa di “associazione a delinquere”.


Luigi Marroni, ad della Consip, ha dichiarato che l’imprenditore Carlo Russo gli avrebbe chiesto di “intervenire” su un appalto per conto di Denis Verdini e Tiziano Renzi, padre dell’ex premier.



La Corte di Strasburgo condanna l’Italia per violazione della convenzione europea sui diritti umani. L’Italia non ha fatto abbastanza contro la violenza domestica: a Udine, nel 2013, un uomo già denunciato dalla moglie per violenze uccise il figlio.



La disoccupazione giovanile scende al 37,9 per cento, lo rivela l’Istat. La disoccupazione globale, all’11.9 per cento, è in leggero aumento a causa della diminuzione degli inattivi (- 461 mila unità).



Priorità al gasdotto tra Israele e Italia. Ieri a Roma il ministro israeliano dell’Energia, Yuval Steinitz, ha incontrato il ministro Carlo Calenda e l’ad di Snam Marco Alverà per rafforzare le cooperazione energetica tra i due paesi realizzando “entro 4-5 anni” il gasdotto Eastmad.



Borsa di Milano. FtseMib +0.39 per cento. Differenziale Btp-Bund a 181 punti. L’’euro chiude in calo a 1.05 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 
Emmanuel Macron presenta il suo programma elettorale. Il candidato centrista alle presidenziali francesi ha presentato in conferenza stampa un pamphlet-programmatico di 150 pagine suddiviso in 6 macro aree d’intervento. Tra le proposte, la creazione di un bilancio comune europeo gestito da un ministro delle Finanze per l’Eurozona.


Perquisita la casa di Parigi di Francois Fillon, il candidato presidenziale dei Republicàins indagato per frode.



Berlino blocca i comizi pro Erdogan. Diverse città tedesche stanno vietando comizi elettorali a favore del referendum costituzionale promosso da Erdogan, il presidente della Turchia. La riforma ne accrescerebbe i poteri esecutivi.



Revocata l’immunità a Marine Le Pen. Il Parlamento europeo ha approvato la richiesta della Procura di Nanterre di proseguire l’indagine sulla leader del Front National, indagata per aver pubblicato su Twitter immagini di esecuzioni dell’Isis.



La Svezia reintroduce il servizio di leva obbligatorio per tutti i nati dopo il 1999. Il governo, in allerta per alcune incursioni dell’esercito russo su aree marittime finlandesi, vuole assicurarsi “un sistema stabile di reclutamento militare”.



La Malesia chiude i propri confini ai cittadini nord coreani. Dopo l’uccisione di Kim Jong-nam all’aeroporto di Kuala Lumpur, il governo ha deciso di imporre la richiesta di un visto per chi da Pyongyang volesse entrare nel paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi