L'aumento dell'inflazione in Italia e l'appello di Angela Merkel. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Merkel

Angela Merkel (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

“L’accordo con la libia è un’opportunità per l’Italia”, ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a margine del vertice europeo informale di Malta. “E’ molto importante che nell’intesa investa anche l’Unione europea, con le risorse aggiuntive di cui hanno parlato Juncker e Mogherini” ha concluso il premier.
“L’Unione europea accoglie con favore lo sviluppo dell’accordo firmato tra Italia e Libia il 2 febbraio”. Lo si legge nella dichiarazione sull’immigrazione siglata dai due leader.

 


 

“Al voto il prima possibile”, ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, a margine del congresso di Magistratura Indipendente. Orlando ha aggiunto che ciò “non ci può esimere da una ricerca seria di una legge elettorale che eviti di consegnare agli italiani un Parlamento che poi non produce un governo”
No alla separazione delle carriere dei magistrati per “tutelare i pm dall’invadenza della politica e sottrarli a dinamiche di consenso”, ha detto Orlando.

 


 

Intesa Sanpaolo frena su Generali e “si prende tutto il tempo che serve” prima di decidere se procedere a un’integrazione. E’ quanto ha spiegato il consigliere delegato, Carlo Messina, nella conference call sui conti.

 


 

Balzo dell’inflazione a inizio anno. Nel mese di gennaio 2017, secondo l’Istat, l’Indice nazionale dei prezzi al consumo registra un aumento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente e dello 0,9 per cento nei confronti di gennaio 2016.

 


 

Unicredit, lunedì al via l’aumento di capitale. L’operazione dal valore di 13 miliardi ha un costo stimato di 500 milioni, le azioni partiranno da un prezzo di 13,11 euro, il diritto di opzione verrà quotato invece a un prezzo di 13,05 euro.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib +1,20 per cento. Differenziale Btp-Bund a 184 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,07 sul dollaro.

 


 

DAL MONDO

 

I militari francesi sventano un attacco terroristico al Louvre. Un uomo armato di machete ha aggredito tre soldati di pattuglia nel Carrousel du Louvre al grido di “Allahu akbar”, ferendone due. Il terzo militare ha sparato all’aggressore, ferendolo gravemente. “Non c'è dubbio sul carattere terroristico dell’attacco”, ha detto il presidente francese, François Hollande. Secondo i media francesi, il terrorista sarebbe un egiziano di 29 anni, entrato in Francia il 26 gennaio con un regolare visto. 

 


 

Gli Stati Uniti aumentano le sanzioni contro l’Iran. L’amministrazione Trump ha imposto restrizioni commerciali e finanziarie a 13 individui e 12 entità di Tehran per il recente test missilistico della Repubblica islamica. Donald Trump ha scritto in un tweet che “L’Iran sta scherzando con il fuoco”.
Il segretario alla Difesa, James Mattis, ha detto che gli Stati Uniti risponderanno con “forza schiacciante” a qualsiasi aggressione contro i suoi alleati asiatici.

 


 

Angela Merkel difende il libero scambio. La cancelliera tedesca ha detto che l’Europa dovrebbe perseguire accordi commerciali multilaterali. Merkel ha anche detto che i paesi europei dovranno collaborare con gli Stati Uniti, nonostante le dichiarazioni di Trump sull’Ue.

 


 

Record di migranti nel Mediterraneo. La nave Aquarius di Sos Mediterranee ha soccorso all’alba di venerdì 700 migranti su 6 imbarcazioni dirette verso l’Europa. E’ il numero più alto mai registrato nel mese di febbraio.

 


 

La Bce preme per una bad bank che gestisca i crediti deteriorati delle banche europee. Il vicepresidente dell’Eurotower, Vitor Constancio, ha detto che un soluzione in linea con le regole dell’Ue sarebbe la creazione di istituti nazionali con regole definite da Francoforte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi