L'arresto del procuratore capo di Aosta e le proteste contro Trump. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo lunedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

 

L'arresto del procuratore capo di Aosta e le proteste contro Trump. Le notizie del giorno, in breve

Proteste contro Trump (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

“Il debito pubblico italiano è troppo alto”, scrive in un report il Fondo monetario internazionale. A queste condizioni è impossibile che si possano abbassare le tasse, si legge ancora. L’Italia è definita il “tipico esempio di paese con un alto rapporto tra pil e debito”, avendo altresì un bilancio fiscale quasi nullo. “La principale sfida per l’Italia è la ricomposizione di ‘cuscinetti’ di bilancio”, chiosa il rapporto del Fmi.

Raggiungere l’1 per cento del pil nel 2017 richiederebbe “un’accelerazione con aumenti medi dello 0,4 per cento” , avverte l’Ufficio parlamentare di bilancio.


Congresso del Pd non prima di giugno: “Il nostro statuto lo vieta”, ha affermato il presidente del partito, Matteo Orfini.


Assolto in appello Marco Milanese, ex deputato del Pdl e collaboratore dell’allora ministro Tremonti, dall’accusa di finanziamento illecito a un parlamentare per la compravendita di uno yatch, con riferimento all’indagine sugli appalti Enav.


Arrestato il procuratore capo di Aosta facente funzioni, Pasquale Longarini. Il reato contestato è “induzione indebita a dare o promettere utilità”. Il magistrato è stato posto agli arresti domiciliari.


In arrivo un piano per i precari storici del pubblico impiego. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, il decreto del ministero della Pubblica amministrazione sarà presentato entro metà febbraio.


Borsa di Milano. FtseMib -2,9 per cento. Differenziale Btp-Bund a 188 punti. L’euro chiude in ribasso a 1,06 sul dollaro.


DAL MONDO

Caos e proteste per la stretta sui migranti voluta da Trump. Diverse aziende, tra cui Ford e Starbucks e capi di governo, tra loro la cancelliera tedesca Angela Merkel, hanno criticato l’ordine esecutivo con cui Donald Trump ha vietato l’accesso negli Stati Uniti ai cittadini di sette paesi musulmani.


Arrestato un sospetto a Quebec City per l’attentato contro una moschea che ha causato sei morti. La polizia canadese ha comunicato che solo la persona arrestata è sospettata di aver condotto l’attacco, ma ha deciso di non diffondere dettagli fino alla conclusione delle indagini.


Mohammed Abrini estradato temporaneamente in Francia per essere incriminato per gli attentati di Parigi del novembre 2015. Le autorità francesi lo hanno avuto in custodia per un giorno dal Belgio, dove è sotto processo per gli attacchi  di Bruxelles del marzo 2016.


Attivista birmano assassinato a Yangon. L’avvocato Ko Ni, consulente della Lega  nazionale per la democrazia di Aung San Suu Kyi, è stato ucciso all’aeroporto della più grande città del Myanmar.  


L’Eba propone una bad bank europea. Il presidente dell’Autorità bancaria europea, Andrea Enria, ha detto che le autorità dell’Ue dovrebbero creare un istituto che raccolga tutti gli asset non produttivi detenuti dalle banche europee.

L’inflazione in Germania è salita all’1,9 per cento, un livello inferiore ma vicino al 2 per cento stimato in precedenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi