Il punto sul terremoto e l'uscita degli Stati Uniti dal Tpp. Le notizie del giorno, in breve

Campotosto

I danni provocati dal terremoto a Campotosto (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

“Nessun rischio dalle dighe, ma controlli costanti”. Così il ministro delle Infrastrutture Graziano Del Rio, nel giorno in cui è salito a sette il bilancio ufficiale delle vittime della valanga che si è abbattuta mercoledì scorso sull’hotel Rigopiano. Lunedì è stata convocata una riunione per fare il punto sulla situazione dell’invaso di Campotosto e sulla tenuta delle sue tre dighe dopo l’allarme della commissione Grandi rischi.

Ieri ancora allarme maltempo, con nubifragi in Sicilia e Calabria e scuole chiuse in molti comuni. Nel teramano ancora 6.500 case sarebbero senza luce.


La decisione sulla costituzionalità della legge elettorale potrebbe arrivare già martedì, dopo la prima udienza della Consulta. Il presidente del Senato Piero Grasso: “Dovremo attendere le motivazioni della sentenza prima di varare la riforma”.


Boeri contro la manovra del governo sulle pensioni. Per il presidente dell’Inps “incrementa il debito implicito” scaricando “oneri sulle future generazioni”.


Avviato il taglio dei costi di Alitalia che prevede un risparmio, non relativo al costo del personale, identificato in almeno 160 milioni di euro nel 2017.


Generali acquisisce il 3 per cento dei diritti di voto di Intesa Sanpaolo su 505 milioni di azioni.

“Non ho niente da dire”. Così il presidente emerito di Banca Intesa, Giovanni Bazoli.  


Borsa di Milano. FtseMib a -0,7 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 164 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,07 sul dollaro.

DAL MONDO

Donald Trump annuncia l’uscita degli Stati Uniti dal Tpp. Il presidente ha firmato un ordine esecutivo con cui notifica agli undici paesi firmatari del Trans Pacific partnership la sua intenzione di abbandonare l’accordo. In un altro ordine esecutivo, Trump ha sospeso i fondi alle ong che sostengono l’aborto fuori dagli Stati Uniti.

Trump ha promesso incentivi fiscali per le aziende che produrranno negli Stati Uniti e dazi per chi importerà dall’estero.


Negoziati sulla Siria ad Astana. Gli esponenti dei ribelli moderati e del regime di Damasco si sono incontrati alla presenza di negoziatori iraniani, turchi e russi. Il primo giorno di colloqui ha evidenziato le divergenze tra ribelli e governativi.   


Fillon contro le sanzioni alla Russia. Dopo un incontro con la cancelliera tedesca, Angela Merkel, il candidato dei Repubblicani alle presidenziali francesi, François Fillon, ha auspicato una nuova linea diplomatica con la Russia, definendo le sanzioni europee “inefficaci”.  


Bloccata la fusione tra Aetna e Humana. Il tribunale di Washington DC ha accolto la richiesta del dipartimento di Giustizia di congelare l’unione delle due compagnie assicurative per motivi di concorrenza. Nel 2015, Aetna aveva offerto di acquistare Humana per 37 miliardi di dollari.


Inflazione tedesca in crescita. La Bundesbank ha annunciato che l’indice dei prezzi al consumo della Germania dovrebbe raggiungere il 2 per cento nel mese di gennaio, per la prima volta dal 2012.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi