Il M5s contro i Cie regionali e l'effetto Trump sulla Fed. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

cie

(foto LaPresse)

DALL'ITALIA

Il Movimento 5 stelle di Grillo contro i Cie regionali. “Aprire un Cie per regione, come propone il ministro Minniti, rallenterebbe solo le espulsioni degli immigrati irregolari e non farebbe altro che alimentare sprechi, illegalità e mafie con pesanti multe (pagate dai cittadini italiani) per la violazione di sentenze della Corte di Giustizia Europa e della Corte Costituzionale in materia di diritti umani”, si legge sul blog del Movimento.

“Il codice del M5s non rappresenta una svolta garantista”, ha scritto Grillo.


Italia in deflazione nel 2016: non accadeva da 57 anni. I prezzi di consumo, secondo i dati Istat, hanno registrato una variazione negativa dello 0,1 per cento. Prevista una spesa di cinque miliardi durante il periodo di saldi che inizia giovedì.

L’inflazione europea è salita più del previsto a dicembre 2016 (1,1 per cento) secondo Eurostat. 


Gentiloni incontrerà la Commissione di studio sul fenomeno della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista questa mattina a Palazzo Chigi.


Fincantieri, via libera all’offerta per l’acquisizione del 66,66 per cento dei cantieri francesi Stx France. 


Sparatoria tra extracomunitari a Napoli, nel mercato della Maddalena. Ferita per errore una bambina di dieci anni.


Borsa di Milano. FtseMib a +0,3 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 160 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,04 sul dollaro.

DAL MONDO

Le proposte fiscali di Trump hanno influenzato la Fed. Lo si legge nelle minute dei verbali della riunione del Federal Open Market Committee, che a dicembre aveva deciso di aumentare i tassi d’interesse e che si era concentrata sugli stimoli fiscali proposti dal neopresidente. La Fed potrebbe dunque essere spinta ad accelerare la stretta in futuro per sbarrare la strada a un aumento rapido dell’inflazione.

Il presidente eletto ieri ha nominato ufficialmente Jay Clayton a capo della Sec, l’autorità di controllo di Wall Street.


Sir Tim Barrow nuovo ambasciatore britannico presso l’Ue. Dopo le dimissioni di Sir Ivan Rogers, il governo di Theresa May ha scelto un diplomatico di lungo corso, e non un “brexiter” intransigente, per il posto fondamentale per i negoziati.


Montebourg presenta il programma. Il candidato di estrema sinistra alle primarie dei socialisti francesi ha invocato una super tassa sulle banche e un tetto alle tasse dei manager.


Netanyahu ha detto che sostiene la grazia per Elor Azaria, il soldato israeliano condannato ieri per aver ucciso un terrorista palestinese disarmato.


La Turchia ha identificato il terrorista di Istanbul. Lo ha detto il ministro degli Esteri. Finora 40 persone arrestate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi