Sparatoria a Napoli contro gli immigrati: ferita una bambina di 10 anni

Colpiti anche tre senegalesi, ma nessuno sarebbe in pericolo di vita. Le prime ipotesi investigative parlano di un raid contro un ambulante che si è rifiutato di pagare il pizzo

Poco dopo mezzogiorno c'è stata una sparatoria nel centro storico di Napoli in via Annunziata, nel cuore del quartiere Forcella. I colpi di pistola hanno fatto scappare immediatamente i clienti del mercato della Maddalena. Quattro persone, tra cui una bambina di dieci anni, sono rimaste ferite, ma nessuna sarebbe in pericolo di vita. La piccola è stata colpita accidentalmente a una caviglia e adesso è ricoverata all'ospedale Santobono. Gli altri coinvolti, portati al Santa Maria di Loreto, sono tre senegalesi di 32, 36 e 38 anni: due sono stati raggiunti da delle schegge, mentre il terzo è stato ferito in maniera più grave da un proiettile.

 

Stando alle prime ricostruzioni delle forze dell'ordine, anche se le notizie sono ancora frammentarie, tutto sarebbe nato da un raid punitivo nei confronti di un ambulante che si sarebbe rifiutato di pagare il pizzo. Un commando di quattro o cinque persone si sarebbe presentato sul posto armato di bastoni e la lite sarebbe degenerata fino alla sparatoria. Il Mattino avanza invece l'ipotesi di una lite fra extracomunitari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi