L'approvazione dei piani Mps e la sparatoria in Ohio. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo lunedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

mps

(foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

L’Ue approva i piani di Mps, i mercati rimangono agitati. “L’aumento di capitale del Monte dei Paschi di Siena è in linea con le regole europee”, ha detto il vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis. lunedì il titolo di Monte dei Paschi ha perso il -13,8 per cento. “E’ ovvio che i mercati non amano l’incertezza”, ha spiegato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che ha rassicurato sulla solidità del sistema bancario italiano, dopo che un articolo del Financial Times aveva avvertito sui rischi legati alla vittoria del No al referendum.


Renzi ottimista  sul referendum. “Sono convinto che la stragrande maggioranza degli italiani sceglierà non sulla base della simpatia o antipatia, ma sul merito della riforma”, ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso della diretta su Facebook del #MatteoRisponde. Renzi ha detto di aver fatto “ancora poco in termini di riduzione della tasse”, nonostante i buoni risultati ottenuti.


Berlusconi contro un governo di scopo se il No vincerà al referendum costituzionale. “I numeri parlamentari non cambiano, dipenderà da Renzi”, ha detto l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in un’intervista ad “America oggi”.


Mattarella assicura sul ruolo di garanzia. “L’arbitro neppure si nota, quasi non ci si accorge che sia in campo”, ha detto il capo dello stato, Sergio Mattarella, parlando con degli studenti, a cui ha spiegato che interviene nel dibattito politico privatamente “soltanto per regolare quando le cose non vanno”.


La Camera approva il Bilancio. L’aula di Montecitorio ha approvato la legge di Stabilità con 290 voti favorevoli, 118 contrari e 3 astenuti. Il testo passa ora al Senato.  


Condannato l’ex sindaco di Genova, Marta Vincenzi, a cinque anni nel processo per l’esondazione del torrente Fereggiano che nel 2011 causò  sei vittime.


Record di arrivi di migranti. lunedì il ministero dell’Interno ha reso noto che gennaio sono arrivati in Italia 171.299 migranti, un dato superiore ai 170.100 giunti nel corso di tutto il 2014. 


Natalità in calo nel 2015. L’Istat ha certificato 17 mila nascite in meno in Italia rispetto al 2014. In calo sia i figli di coppie italiane sia di coppie straniere. 


Borsa di Milano. FtseMib -1,81 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 187 punti. L’euro chiude in ribasso a 1,05 sul dollaro.

DAL MONDO

 

Trump minaccia di rompere le relazioni diplomatiche con Cuba. “Se Cuba non vuole concludere un accordo migliore per i cubani, per i cubani-americani e per tutto il popolo americano, annullerò l’accordo”, ha scritto su Twitter il presidente-eletto Donald Trump. Il suo capo di gabinetto, Reince Priebus, ha detto che Trump si riferiva all’accordo sottoscritto da Obama, che la nuova Amministrazione vuole “migliorare”.

Il presidente-eletto ha avuto lunedì un colloquio con l’ex generale David Petraeus. Circola il suo nome come segretario di stato della presidenza Trump.


Attacco in un campus a Columbus, Ohio. Alle 10 del mattino un uomo ha lanciato la sua automobile dentro il campus universitario investendo i passanti. E’ poi sceso e ha attaccato con un’arma da taglio, lasciando una decina di feriti. Pochi minuti dopo le teste di cuoio hanno neutralizzato l’assalitore, che sarebbe un ventenne rifugiato di origini somale, forse studente dell’università. A febbraio un attacco simile, nella stessa città, aveva preso di mira il Nazareth Restaurant & Deli (4 feriti).


Draghi invita a rafforzare la ripresa. Il presidente della Bce, in audizione al Parlamento europeo, ha chiesto di “preservare la stabilità finanziaria e affrontare le rimanenti vulnerabilità” dell’Ue. “La Bce manterrà a lungo la propria politica monetaria molto accomodante”, ha detto Draghi.     


L’esercito siriano è entrato ad Aleppo. Le forze leali al presidente, Bashar el Assad, hanno ottenuto il controllo di più di un terzo della città siriana, separando le zone controllate dai ribelli.   

Nella notte di lunedì l’aviazione israeliana ha colpito obiettivi di un gruppo ribelle siriano affiliato allo Stato islamico. 


Valls non rassegnerà le dimissioni. Il primo ministro francese ha escluso la possibilità di una crisi di governo e di un confronto con Hollande nelle primarie del Partito socialista. “Ho senso dello Stato”, ha scritto Valls in una nota.


La Grecia chiede meno austerità. “Per il governo è impossibile applicare ulteriori misure restrittive per l’economia”, ha detto il ministro delle Finanze ellenico, Euclid Tsakalotos.         


L’Ocse rivede le stime di crescita. lunedì l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo ha fatto sapere che la crescita globale dell’economia sarà più rapida del previsto grazie ai benefici che il piano economico di Donald Trump porterà all’economia degli Stati Uniti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi