Antonio Decaro presidente dell’Anci e il voto negato sulla Brexit. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni.
Antonio Decaro presidente dell’Anci e il voto negato sulla Brexit. Le notizie del giorno, in breve

il sindaco di Bari Antonio Decaro (foto laPresse)

DALL'ITALIA

 

Renzi denuncia lo stallo decisionale nell’Ue dopo la Brexit. Il presidente del Consiglio, riferendo alla Camera dei deputati, ha accusato l’Unione europea di trovarsi in uno stato di “frenetico immobilismo” e di non essere in grado di formulare risposte concrete ai problemi sollevati dal referendum britannico. Renzi ha garantito “massima durezza” con Bruxelles sul problema dei migranti.

 


 

D’Alema conferma il No. L’ex presidente del Consiglio ha accusato l’esistenza di un “clima intimidatorio” sulla riforma costituzionale. Ha poi attaccato il “populismo dall’alto” di Matteo Renzi.


Gianni Cuperlo rappresenterà la minoranza del Pd nella Commissione Guerini sulla legge elettorale.

 


 

Antonio Decaro presidente dell’Anci. Il sindaco di Bari era l’unico candidato. I primi cittadini del M5s si sono astenuti, minacciando di abbandonare l’associazione dei sindaci entro gennaio. Decaro ha chiesto al governo di liberare i comuni da “vincoli ancora troppo stretti” in materia di bilancio.


Intervenendo al convegno dell’Anci, Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha chiesto toni “sereni” nella campagna elettorale referendaria.

 


 

Padoan esclude aiuti per Mps. Rispondendo in un’audizione alla Camera dei deputati, il ministro dell’Economia ha negato la possibilità di nazionalizzazione o di bail-in per l’istituto senese. Padoan ha spiegato che un’eventuale decisione di ricapitalizzazione sarà “rimessa al management” di Monte dei Paschi.  

 


 

Niente referendum sulla Buona scuola. Il comitato promotore ha fatto sapere che la Corte di cassazione non ha ritenuto sufficienti le firme raccolte per indire una consultazione.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib -0,02 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 140 punti. L’euro chiude in ribasso a 1,10 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 

Nuovo incontro tra Kerry e Lavrov previsto sabato a Losanna. Il presidente Vladimir Putin ha detto mercoledì che sulla guerra civile in Siria “è necessaria cooperazione, non pressioni o minacce”. Il segretario di stato americano, John Kerry, e il suo omologo russo, Sergei Lavrov, si incontreranno il 15 ottobre prossimo a Losanna, assieme ai rappresentanti di Iran, Arabia Saudita, Turchia e Qatar per parlare della crisi in medio oriente.


Putin ha chiesto che Hillary Clinton e Donald Trump “smettano di usare la Russia nella campagna elettorale americana”.

 


 

May nega un voto sulla Brexit. Parlando ai Comuni, il primo ministro britannico ha assicurato che i parlamentari avranno “tutte le opportunità per dibattere” sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, ma che non ci sarà un voto per approvare la sua strategia negoziale. Secondo il Financial Times, May non vuole rivelarne i dettagli prima del necessario.  


Il governo britannico chiederà di eliminare i riferimenti linguistici considerati offensivi dai questionari scolastici.

 


 

Hollande pronto a candidarsi. Lo ha detto il presidente francese al settimanale Le Nouvel Observateur. Hollande ha anche ammesso che, in caso di ballottaggio tra Marine Le Pen e Nicolas Sarkozy, non esiterebbe a votare per il candidato repubblicano.  

 


 

La difesa Salah Abdeslam rinuncia a difendere il proprio assistito. Secondo i legali, l’attentatore di Parigi è determinato a non rispondere alle domande dei giudici.

 


 

Caos nel Parlamento di Hong Kong. All’inaugurazione, tre deputati indipendentisti hanno rifiutato di giurare fedeltà alla Cina.
Un comunicato della casa reale thailandese ha ammesso le critiche condizioni di salute del re Bhumipol Adulyadej.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi