L'assoluzione di Vincenzo De Luca e i funerali di Shimon Peres. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni
L'assoluzione di Vincenzo De Luca e i funerali di Shimon Peres. Le notizie del giorno, in breve

Gerusalemme, funerali di Shimon Peres (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

Raggi nomina i nuovi assessori al bilancio e alle partecipate. Andrea Mazzillo al Bilancio e Massimo Colomban alle Partecipate completeranno la giunta del comune di Roma. Il sindaco Virginia Raggi ha detto che i nuovi assessori lavoreranno “con entusiasmo e competenza”. Il leader del Movimento 5 stelle, Beppe Grillo, ha espresso soddisfazione per i nomi indicati e ha incoraggiato Raggi. Ci sono state polemiche nel partito per la passata militanza di Mazzillo nel Pd.  


“Questo referendum si vince con il voto degli italiani, raccontando esattamente cosa votano votando sì”. Così il ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Marianna Madia.

 


 

Assolto Guido Bertolaso. L’ex capo della Protezione civile era accusato di omicidio colposo e lesioni nel processo “grandi rischi bis”, sul terremoto in Abruzzo del 2009.  L’assoluzione è giunta “perché il fatto non sussiste”. “E’ stata scritta una pagina di verità”, ha commentato Bertolaso, rigettando le accuse di aver sperato nella prescrizione, e rivolgendo un pensiero alle vittime dei terremoti dell’Aquila, dell’Emilia Romagna e del centro Italia.

 


 

Assolto Vincenzo De Luca. Il presidente della regione Campania era coinvolto nell’inchiesta “Sea Park” dal 1998. Le accuse erano di corruzione, truffa aggravata, truffa, falso, associazione a delinquere e concussione. Nel 2012, De Luca aveva rinunciato alla prescrizione, esprimendo la certezza che sarebbe stata dimostrata la sua innocenza. Per la vicenda era stato incluso nella lista dei candidati “impresentabili” dalla commissione Antimafia.

 


 

Recuperati due Van Gogh rubati. Una perquisizione della Guardia di finanza a Castellamare di Stabia, ha rivelato come le tele fossero state acquistate di contrabbando dalla malavita. Le opere erano state trafugate il 7 dicembre 2002 dal museo van Gogh di Amsterdam.  


Due persone sono state uccise in un agguato avvenuto venerdì in Vico Cotugno, nel quartiere napoletano di Miano, controllata dal clan camorristico Lo Russo.

 


 

Migliorano occupazione e inflazione. L’Istat ha pubblicato i dati sull’economia e sul mondo del lavoro relativi al mese di agosto. Il tasso di disoccupazione è rimasto fermo all’11,4 per cento, ma l’occupazione è cresciuta dello 0,1 per cento, rispetto a un calo dello 0,3 nel mese di luglio. L’inflazione ha registrato un aumento dello 0,1 per cento rispetto a settembre 2015.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib +0,38 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 130 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,12 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 

Deutsche Bank potrebbe patteggiare per ridurre la multa. Nel fine settimana potrebbe essere reso noto un accordo tra il primo istituto di credito tedesco e il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. La cifra della sanzione potrebbe passare dagli attuali 14 miliardi a 5,4 miliardi di dollari. La notizia ha fatto rimbalzare il titolo in banca, che ha chiuso venerdì a +7,9 per cento. Nel pomeriggio, il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, aveva escluso la possibilità di un salvataggio pubblico.
 La cancelliera tedesca, Angela Merkel, venerdì ha avuto un colloquio con il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Il governo tedesco ha fatto sapere che la vicenda Deutsche Bank non è stata discussa.

 


 

Omaggio funebre per Peres. Capi di stato e di governo da tutto il mondo hanno partecipato alle esequie dell’ex presidente israeliano. Per l’Italia era presente il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha parlato a favore del processo di pace. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, e il presidente dell’Autorità Palestinese, Abu Mazen, si sono stretti la mano, incontrandosi per la prima volta da dicembre. Abbas non entrava in Israele dal 2010.

 


 

Continueranno gli attachi aerei in Libia. Secondo un’indiscrezione del notiziario di Fox News, gli Stati Uniti dovrebbero prolungare di un mese la missione aerea in Libia contro l’Isis. Le unità navali statunitensi dovrebbero rimanere al largo del paese per fornire supporto. I raid sono stati 177 da agosto, concentrati nella zona di Sirte, dove le milizie di Misurata si scontrano con i jihadisti. Entro metà ottobre dovrebbe essere operativo l’ospedale da campo italiano a Misurata.

 


 

Trump avrebbe fatto affari a Cuba. Lo ha svelato la rivista Newsweek. In un’inchiesta si ricostruisce come l’azienda del candidato repubblicano fece un’investimento di 68 mila dollari nell’isola nel 1998, quando ancora vigeva l’embargo. Il trasferimento di denaro sarebbe stato in seguito reso legale sotto forma di donazione. Trump ha negato di aver mai fatto affari con il regime di Fidel Castro.


Il quotidiano USA Today, il più diffuso negli Stati Uniti, ha dichiarato Trump “inadatto” come presidente. E’ la prima volta che il giornale prende una posizione nelle elezioni presidenziali.

 


 

Duterte si paragona a Hitler. Il presidente delle Filippine ha invocato il dittatore nazista: “Hitler ha sterminato 3 milioni di ebrei. Nelle Filippine ci sono adesso 3 milioni di tossicodipendenti. Sarei felice di sterminarli”. L’ambasciata tedesca ha protestato per la dichiarazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi