Le parole di Mattarella sul referendum e la tregua in Siria. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni.
Le parole di Mattarella sul referendum e la tregua in Siria. Le notizie del giorno, in breve

Renzi parla al teatro Toselli di Cuneo (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

Mattarella chiede che il referendum sia vissuto serenamente. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto nel dibattito sulla campagna referendaria. Interrogato sulle polemiche seguite alle parole dell’ambasciatore degli Stati Uniti, John Phillips, ha chiesto di “vivere serenamente il referendum, come ogni passaggio democratico”. Il capo dello stato ha sottolineato che l’interesse di altri paesi per le vicende italiane è naturale. Quanto accaduto non diminuisce la sovranità degli elettori, ha spiegato Mattarella.

 


 

Renzi replica a Di Maio. Il presidente del Consiglio ha risposto al vicepresidente della Camera del Movimento 5 Stelle. Luigi Di Maio aveva paragonato la personalizzazione di Matteo Renzi circa il referendum al plebiscito del dittatore cileno Augusto Pinochet. Renzi ha detto che Di Maio ha offeso non solo lui, ma anche la Repubblica italiana e le sue istituzioni democratiche.


La cancelliera Angela Merkel, ha espresso il suo sostegno per l’azione politica di Renzi, senza esprimersi sul referendum.

 


 

Si dimette il presidente di Mps. Il Consiglio di amministrazione della banca senese ha nominato all’unanimità Marco Morelli come amministratore delegato e direttore generale. Dopo la conclusione del cda, il presidente, Massimo Tononi, ha annunciato le proprie dimissioni, decisione maturata dopo la realizzazione della prima fase di rilancio dell’istituto.

 



Borsa di Milano. FtseMib - 0,05 per cento. Differenziale tra Btp e Bund a 127 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,12 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 

Juncker: il patto di stabilita’ non diventi patto di flessibilita’. Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, è intervenuto alla plenaria del Parlamento europeo riunito a Strasburgo, ribadendo le sue preocupazioni per lo stato in cui versa l’Unione. Juncker ha individuato come problema principale la disoccupazione troppo elevata, elogiando al contempo l’applicazione del patto di stabilità e i suoi effetti sui debiti sovrani. “Non deve diventare patto di flessibilità” ha ammonito, consigliando ai governi di fare un uso intelligente della spesa pubblica.

 


 

Mosca vuole prorogare la tregua siriana. Il generale dello stato maggiore russo, Viktor Poznikhir, ha detto che il suo paese è favorevole a una estensione di 48 ore della tregua in Siria. Il cessate il fuoco dovrebbe terminare venerdì sera. La Russia ha anche denunciato che le forze ribelli avrebbero effetuato oltre 60 violazioni nei primi 2 giorni di interruzione dei combattimenti.

 


 

Cinque arresti per terrorismo in Francia. Cinque siriani sono stati arrestati dalla polizia francese a Parigi mentre fotografavano la basilica del Sacro Cuore nel quartiere di Montmartre. Le forze dell’ordine sospettano che gli uomini fossero in procinto di acquistare quattro kalashnikov per 600 euro, da utilizzare in azioni terroristiche.  

 


 

Bayer finalizza l’acquisto di Monsanto. L’azienda farmaceutica tedesca ha completato con successo l’operazione di acquisto della società americana. Dopo una lunga trattativa, è stato fissato un prezzo di 66 miliardi di dollari, debiti di Monsanto inclusi, o di 128 dollari ad azione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi