Carosello video. Il racconto di questa settimana filmato dopo filmato

Una selezione di video raccolti dalla rete, pensata per approfondire gli eventi degli ultimi giorni.
Carosello video. Il racconto di questa settimana filmato dopo filmato
COME GIRA IL MONDO?

Mercoledì notte un violento terremoto ha colpito il centro Italia, devastando paesi tra Lazio, Umbria e Marche. L’epicentro del sisma era nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti. Un’animazione 3d realizzata dall'Ingv mostra come si è propagata la scossa, percepita da Napoli fino a Rimini.

 



 

Perché la terra trema? Lo spiega Alessandro Amato, sismologo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, intervistato da Askanews: (qui il link al video) “Le cause sono legate a un processo di estensione della crosta terrestre della nostra penisola: la parte adriatica e quella tirrenica si allontanano lentamente, a causa della rotazione dei blocchi geologici, con una velocità di 3 - 5 millimetri l’anno. Dopo cento o duecento anni i millimetri diventano metri. Questo significa che c'è abbastanza energia lungo le faglie per farle muovere. Con il nostro tessuto edilizio, che purtroppo è molto vulnerabile, queste faglie diventano importanti. Non dovrebbe essere così, perché da terremoti di questa magnitudo ci si può difendere. Dovremmo approfittare almeno di questa circostanza per mettere in sicurezza il territorio”.

 



 

Il terremoto più forte mai registrato, colpì il Cile nel maggio 1960. Questo video del Telegraph ricorda i cinque sismi più potenti della storia, dall’Alaska all’Indonesia.

 



 

Jarablus, città siriana al confine con la Turchia, è stata strappata dal controllo dello Stato islamico. Come spiega Daniele Raineri sul Foglio, nell'operazione “oltre ai corazzati e alle forze speciali turche ci sono anche consiglieri militari americani e il grosso delle truppe è formato da siriani che appartengono a quattro gruppi dell’opposizione anti Assad”. Le prime immagini del video di Hashem Ahelbarra, per al Jazeera English, mostra proprio un combattimento tra una fazione del Free Syrian Army e militanti dell’Isis nel momento in cui, entrati in città, i soldati abbattono le bandiere nere del Califfato. Ma l'incursione turca nel paese devastato dalla guerra ha anche lo scopo di evitare che le forze curde dell'Ypg ottengano una roccaforte lungo il confine con la Turchia.

 





La fotografia di Omran Daqneesh, il bambino insanguinato e impolverato, estratto miracolosamente dalle macerie di un bombardamento improvviso, ha fatto il giro del mondo. Come quella di Aylan, il bambino siriano ritorvato sulla spiaggia di Bodrum, la foto ha provocato numerose polemiche. Le immagini iconiche e potenti fanno davvero la differenza nella percezione di un conflitto? Ne discutono, in un lungo dibattito su Al Jazeera, Sami Zeidan con George Graham di Save the Children, Andrea Calderaro, direttore del Centre for Internet and Global Politics e John Hilary, direttore esecutivo di War on Want. Un discorso che ricorda quanto scritto da Maurizio Crippa sul Foglio, riguardo al "caso Aylan": "Rimarrà, quella foto. Perché è l’irrompere della realtà. Come la bambina del napalm, come il bambino dietro il filo del lager, come Guernica. E’ un fatto, è la cosa in sé. Non un segno: una realtà".

 



 

È L’ECONOMIA, BABY

 

La Commissione sugli investimenti stranieri degli Stati Uniti d'America ha dato il via libera al matrimonio da 43 miliardi di dollari tra Syngenta e ChemChina. Il colosso cinese che ha già rilevato Pirelli, potrà procedere all'acquisizione del gruppo svizzero dell'agrochimica. Rick Carew, del WSJ, fa il punto: cinque cose da sapere sul più ambizioso tentativo di acquisizione all'estero da una società cinese fino ad oggi.

 


 


 

In Cina, un internet “protetto” ha dato origine a una nuova generazione di applicazioni e le aziende americane stanno prendendo nota. Quella che una volta era conosciuta come la terra della paccottiglia a buon mercato, oggi può offrire uno sguardo al futuro. Come la Cina sta cambiando il volto di internet? È quello che si chiede il New York Times in questo video. La risposta è in una super app estremamente virale nella terra del Dragone: We chat. È contemporaneamente il nostro Facebook, Twitter, Tinder, Skype, Amazon, Uber. Ma è anche molto altro.

 



 

Quando Pokemon Go è stato lanciato negli Stati Uniti ha impiegato meno di un giorno per fatturare più di qualsiasi altra app presente sul mercato e in meno di una settimana ha raccolto 14 milioni di dollari. Eppure si tratta di un’applicazione gratuita: i giocatori non hanno dovuto sborsare un centesimo per scaricarla. Come fa Pokemon Go a fare soldi? Una simpatica animazione di Vox spiega il mondo delle Freemium app: programmi gratuiti con la possibilità di fare acquisti per ottenere bonus in più durante l’uso. Un business che negli ultimi anni si è dimostrato efficace. Anche perché si poggia su alcuni basilari principi di psicologia del comportamento. Forse il vostro gioco si sta prendendo gioco di voi?

 



 

SCIENZA E TECNOLOGIA

 

Nel corso della storia, la ricerca ha stimolato progressi scientifici rivoluzionari che hanno aperto gli occhi su universi del tutto nuovi. "Non sto parlando di una scienza che procede a piccoli passi", dice in questo TedTalk Eric Haseltine, neuroscienziato noto per essere stato direttore di ricerca della National Security Agency dal 2002 al 2005. "Sto parlando di quella scienza che procede a balzi enormi”. Haseltine ci porta con passione ai confini della ricerca intellettuale con due esempi di idee rivoluzionarie. Una ha già fatto la storia, l'altra scava in fondo a una delle più grandi domande dell'umanità con ammirevole ambizione (e una buona dose di scetticismo da parte di molti).

 



 

Per restare in ambito medico, il giornalista di Bloomberg, Michael Bancroft, parla con Cameron Piron, presidente di Synaptive Medical, delle potenzialità dei prodotti chirurgici robo-guidati per migliorare i risultati per i pazienti, riducendo al contempo i costi per il sistema sanitario. Niente operazioni chirurgiche splatter: le immagini sono fantastiche. 

 



 

‪‪‪Dalle immagini digitali del cervello umano a quelle che il cervello e la fantasia possono elaborare: il 3d mapping si trova al confine tra arte e tecnologia, ma sembra magia. Di cosa si tratta e come funziona? Le risposte in questo video realizzato da Quartz. Da restare a bocca spalancata.

 



 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi