La guerra ai fake di Gentiloni e un’ispirazione egiziana

Maurizio Crippa

Email:

crippa@ilfoglio.it

Heri dicebamus che la guerra alla bufale prometteva poco, se a condurla ci si metteva la Presidenta Boldrini. Ma contrariamente alle previsioni secondo cui, con la caduta di Matteo Renzi, il paese sarebbe entrato in una fase di letargia, pare che certe cose abbiano preso a galoppare. E non solo perché Zuckerberg ha finalmente trovato la soluzione ai suoi fake (o forse è un fake, vi spiegano tutto sul Foglio i nostri espertissimi), ma perché pare che uno dei primi indiziati della galassia bufala, il sito LiberoGiornale.com, abbia chiuso. E a ruota, pare, starebbero chiudendo altri. E’ notevole il fatto che il sito in questione sia stato il più lesto a inaugurare fake contro il neopremier Paolo Gentiloni (avrebbe invitato gli italiani a fare sacrifici e non lamentarsi). Se ne può dedurre che il Conte Felpato, il materia, sia meno felpato del previsto? Chissà. Resta che l’ex ministro degli Esteri avrebbe un’altra accelerazione cui ispirarsi. L’Egitto d’un botto ha chiuso 163 profili social per “attività di istigazione alla violenza contro lo stato”, bufale o no. Può essere una buona strada. Forse un giorno ci diranno che anche il caso Regeni era un fake.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    17 Dicembre 2016 - 09:09

    Per un caso Regeni vero, (del quale i responsabili primi vanno cercati negli ambienti universitari inglesi che l'hanno mandato allo sbaraglio per una ricerca pretestuosa e non così innocentemente perché nessuno, per quanto di sinistra, può essere così sprovveduto), sono diffuse sul web migliaia di bufale. Tutte, tuttissime a contenuto politico antagonista e straprevalentemente in appoggio alle balordaggini grilloidi, sinistroidi, ambientaliste, complottiste, antiamericane, antioccidentali, no ogm, no qualunque cosa. Quando hai il 100% non è più caso, è sistema. A proposito di complotti, e per chi si ricorda del termine disinformacija e della sua origine.

    Report

    Rispondi

Servizi