La #cattivascuola è una prof grillina che non sa contare

Quanto faccia 500 mila diviso 366 (tenendo conto del bisesto) calcolatelo voi, e avrete il numero ipotetico su base quotidiana dei furboni che hanno condiviso e detto “like!” su Facebook a Barbara Floridia, insegnante siciliana nonché attivista cinquestellina che non sa contare i giorni dell’anno. O
Quanto faccia 500 mila diviso 366 (tenendo conto del bisesto) calcolatelo voi, e avrete il numero ipotetico su base quotidiana dei furboni che hanno condiviso e detto “like!” su Facebook a Barbara Floridia, insegnante siciliana nonché attivista cinquestellina che non sa contare i giorni dell’anno. O non sa fare le divisioni, decidete voi. La signora è diventata celebre sul social perché nei giorni di Natale ha postato un video polemico (nelle intentenzioni) contro la Buona scuola. C’è lei con la musica del carrillon che mostra cartelli scritti a pennarello: “Buone feste” “da un’insegnante italiana” “che ama la scuola” e “comprava i libri anche prima” “dell’elemosina chiamata bonus”. La quale elemosina, e qui sta il dettaglio che rende tragicomico il tutto, video e autrice, sarebbe questa: “500 euro all’anno cioè un euro al giorno”. Perché mentre per il resto dei mortali, e persino dei professori, l’anno dura 365 giorni (questo 366), per l’ironica e protestataria prof, militante del Movimento cinque stelle, l’anno dura invece 500 giorni. Uno per ogni monetina di Renzi. E sarebbe bello, perché con un anno di 500 giorni avrebbe tempo persino lei, la prof Florida Barbara, di prendere ripetizioni di aritmetica. Forse, la prova che la scuola è cattiva è che sforna futuri insegnanti che poi votano per Beppe Grillo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi