Che effetto fa vedere la Gabbia trasgressiva di Paragone

Ci sono molti modi scombicchierati per passare la serata (seconda serata), ognuno ha il suo. Io, dopo l’esperienza patita mercoledì notte, sto pensando che le serie tv, forse forse, non sono così male. Sono incappato ne La Gabbia di Gianluigi Paragone, La7. Non l’avevo vista mai, non per Paragone, m
Ci sono molti modi scombicchierati per passare la serata (seconda serata), ognuno ha il suo. Io, dopo l’esperienza patita mercoledì notte, sto pensando che le serie tv, forse forse, non sono così male. Sono incappato ne La Gabbia di Gianluigi Paragone, La7. Non l’avevo vista mai, non per Paragone, ma perché mi annoiano i talk-show. Comunque. Parlare male dei monsignori che sguazzano nei soldi e nei peccati, possibilmente della carne, è un tema da seconda serata. E Dio sa se, personalmente, quei furbacchioni non li manderei in missione, come Bergoglio, o al gabbio, come Nordio. Ma un servizio intitolato “L’arroganza del finto monsignore”, i cui un piritollo in tonaca girava per i negozi di Milano lamentandosi per la scarsa qualità delle merci che avrebbe voluto strapagare, per vedere che l’effetto che fa (che effetto fa, secondo voi, un monsignore finto?) è l’epifania della demenza giornalistica. Poi è partito un servizio trasgressivo. Tema: in centro a Milano si rimorchiano puttane per strada anche in pieno giorno. Ma va là? E va bene che tira sempre di più, eccetera, ma avvertirei Paragone che delle prostitute in centro a Milano di giorno raccontava già La Notte di Nino Nutrizio. Infine, un cronista è andato a verificare se i centri massaggi cinesi pagano le tasse. Ne ha girati dieci, ha pagato sempre 30 euri senza ricevuta. Ma va là? Alla fine un cinese l’ha corcato. La prossima sera che becco La Gabbia, piuttosto vado a farmi massaggiare da un abate benedettino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi