Addio a Gastone Moschin, protagonista della commedia italiana quando ancora graffiava

Formazione teatrale e nessun pregiudizio per la comicità. È morto ieri a 88 anni

Loading the player...

“Sono io che invecchio, non il cinema”, aveva scherzato, ma non troppo, in una delle sue ultime interviste. All'età di 88 anni, è morto Gastone Moschin, uno degli attori più talentuosi del cinema italiano del Novecento. Da quasi 30 anni viveva a Capitone, piccola frazione del Comune di Narni, nel Ternano. Lì aveva creato, insieme alla ex moglie Marzia Ubaldi (attrice pure lei), una scuola di recitazione, “Mumos”. Ma ovviamente non è per questo che in molti ricordano Moschin. Rimasto nella memoria di molti soprattutto per il ruolo dell'architetto Rambaldo Melandri, in “Amici miei”. Il Melandri, quello che “vedeva la Madonna” nell'ospedale di Pescia in cui la combriccola di “zingari” s'era fatta ricoverare, trasformando poi la camerata in una sorta di osteria.

  

Continua qui

Montaggio video di Enrico Cicchetti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi